Furto di legna e manodopera senza permesso di soggiorno: nei guai una ditta di Solopaca

Furto di legna e manodopera senza permesso di soggiorno: nei guai una ditta di Solopaca

21 febbraio 2019

Nella mattina del 15 Febbraio, i Carabinieri Forestali di Solopaca avevano sorpreso gli operai di una ditta boschiva mentre erano intenti a fare legna all’interno di boschi privati. Il tutto in assenza dei permessi obbligatori e di qualsiasi forma di assenso da parte degli ignari proprietari.

L’operazione ha permesso di denunciare i titolari della ditta boschiva ed un dipendente di altra ditta edile, che era intervenuto con un escavatore per la realizzazione di una pista di esbosco nell’alveo del torrente adiacente, per agevolare il prelievo furtivo del legname.

I titolari della ditta boschiva dovranno rispondere anche per aver occupato alle proprie dipendenze lavoratori sprovvisti del regolare permesso di soggiorno.

I militari hanno sequestrato l’area interessata ed i mezzi ritrovati sul posto. L’intervento tempestivo dei carabinieri forestali è frutto prolungate indagini di polizia giudiziaria relative al fenomeno diffuso di reati predatori perpetrati nella zona del Parco Regionale del Taburno, che hanno comportato l’abbattimento di numerose piante di alto fusto ai danni del demanio e di privati cittadini.