Furbetti del cartellino Asl: ascoltato l’ex assessore

Furbetti del cartellino Asl: ascoltato l’ex assessore

29 gennaio 2020

di AnFan – Furbetti del cartellino Asl di Avellino, ascoltato l’ex assessore Arturo Iannaccone. Fra le trentatré persone accusate, a vario titolo, di truffa aggravata e di falsa attestazione di servizio. Dopo l’indagine condotta dalla Squadra mobile del capoluogo irpino. Gli agenti, grazie alle immagini raccolte dalle telecamere nascoste, hanno individuato i professionisti accusati di aver timbrato il badge senza davvero andare a lavoro.
Iannaccone, difeso in aula dall’avvocato Alberico Villani, questa mattina ha chiarito la sua posizione e spiegando come le ore di assenza contestate fossero tutte giustificate. Anche l’infermiera Rosanna Grimaldi, ascoltata in aula, ha chiarito la sua posizione.
Il collegio difensivo è composto, fra gli altri, dagli avvocati Giovanna Perna, Nello Pizza, Gaetano Aufiero, Michele Fratello, Benedetto Vittorio De Maio, Elisabetta Acone, Stefano Vozella ed Italo Benigni. La pubblica accusa è rappresentata dal Pm Fabio Massimo del Mauro.