Fuggono dopo un furto in abitazione, individuati ed arrestati dai Carabinieri

Fuggono dopo un furto in abitazione, individuati ed arrestati dai Carabinieri

17 agosto 2017

Si conferma l’efficacia dell’intensificazione dei servizi di prevenzione dei reati nel periodo di Ferragosto per il contrasto al fenomeno dei furti in abitazione.

Dopo l’arresto, la vigilia di Ferragosto, di tre cittadini georgiani resisi responsabili di furto in appartamento, l’incessante attività di controllo del territorio delle volanti del commissariato di Ariano Irpino, ha consentito l’individuazione e la denuncia di due topi di appartamento ed il recupero e la restituzione di refurtiva ai legittimi proprietari.

Infatti, alle ore 22.00 della scorsa notte, 16 agosto, a seguito di segnalazione di alcuni cittadini residenti in Contrada San Liberatore, personale del Commissariato ha constatato che ignoti si erano introdotti all’interno di una abitazione ed avevano perpetrato un furto.

Nell’ambito delle ricerche immediatamente attivate, con l’impiego di tutte le pattuglie in quel momento operative sul territorio, personale di una delle volanti impegnate ha individuato, in una stradina secondaria, non molto distante dall’abitazione poco prima oggetto di furto, un veicolo parcheggiato con a bordo un uomo la cui presenza, in relazione alle circostanze di tempo e di luogo, è apparsa subito sospetta.

All’avvicinarsi degli agenti per il controllo, l’uomo ha messo in moto l’auto dandosi alla fuga, che tuttavia si è protratta per poche centinaia di metri perché subito raggiunto e bloccato dagli stessi agenti operanti.

A seguito di perquisizione, all’interno dell’autovettura è stata rinvenuta la refurtiva, provento del furto perpetrato poco prima.

L’auto, un’Alfa romeo 147, è stata sottoposta a sequestro amministrativo perché sprovvista di copertura assicurativa e di revisione.

La refurtiva è stata dunque restituita ai legittimi proprietari.

L’uomo alla guida, un tunisino 40enne, pregiudicato e scarcerato solo da poco, è risultato anche sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Acerra (Na). Il ladro, oltre ad essere deferito per il reato di ricettazione, è stato anche segnalato alla competente Autorità Giudiziaria per aver violato la misura a cui era sottoposto.

Contestualmente, nell’ambito delle capillari ricerche per rintracciare i complici, sicuramente in fuga, altri agenti hanno rinvenuto in località San Pietro un veicolo furgonato, oggetto di furto consumato poco prima, verosimilmente dai malviventi in fuga e poi abbandonato.
All’interno del veicolo sono stati rinvenuti e sequestrati due zainetti contenenti chiavi e grimaldelli atti allo scasso.

Alle prime luci dell’alba, uno dei ladri è stato rintracciato nei pressi della fermata dell’autobus. L’uomo, di nazionalità albanese e sprovvisto di documenti, è stato riconosciuto dagli agenti intervenuti durante la notte, come uno degli uomini che si erano dati alla fuga poco dopo il furto presso l’abitazione in Contrada Tre Santi.

L’albanese è stato dunque deferito alla Autorità Giudiziaria per furto in concorso, e nei suoi confronti è stato inoltre adottato il provvedimento di foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel Comune di Ariano Irpino per tre anni.

In quanto clandestino, è stato contestualmente avviato presso l’Ufficio Immigrazione, l’iter amministrativo per l’adozione del provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.