FT/ Tim Cup, il pagellone: il sottomarino Pozzebon sgancia il siluro

24 agosto 2014

Guarda la fotogallery del match

Gomis 5,5 – Ritarda l’uscita sul vantaggio barese. Alfred però non si scoraggia e salva tutto su Sciaudone nella ripresa. Una buona dose di fiducia per lui. Rincuorato

Pisacane 6,5 – La botta alla testa non lo scompone, anzi il mastino difensivo dei lupi si erge a protagonista. Mai una sbavatura. Muro

Ely 7 – Giganteggia davanti a Gomis. Joao Silva chiede un pallone di riserva perché il brasiliano è sempre puntuale negli interventi. È un pericolo costante sulle palle inattive. Mostruoso

Chiosa 6,5 – L’impatto da ex non gli crea problemi. Marco partecipa alla brillante serata del pacchetto arretrato con la sua eleganza. Visconti gli agevola il compito allineandosi al trio difensivo. Implacabile

Bittante 6 – Rastelli chiede una partita di sacrificio agli esterni e lui lo ripaga alla grande. Ripiega con i giusti tempi, raddoppia e ha gamba. Sul pezzo

Kone 6 – Dopo un primo tempo sornione, la perla nera si riscatta nella seconda fase. Mentre i diretti avversari calano, lui sale di giri a caccia di palloni da rubare e manovre da impostare. Re Leone

Arini 6,5 – Crea il primo brivido all’avversario dopo pochi minuti. Guai a buttare palloni per il numero 4 biancoverde che cerca sempre il fraseggio con il compagno. Rastelli si fida ciecamente di lui. Forziere

Schiavon 6 – Come Kone, soffre un po’ la pressione barese della prima frazione. Nella ripresa poi inizia a distribuire palloni in mezzo al campo. Dal suo piede parte la traiettoria del pareggio di Comi. Diesel

Visconti 6 – Il vice Zito assolve il suo compitino. L’ex Ternana è altra storia, ma lui segue alla lettera le indicazioni dell’allenatore in fase di copertura. Galano non sfreccia. Posto di blocco

Soumarè 5,5 – Sente la pressione del primo appuntamento ufficiale. Il giovane belga corre, si danna l’anima ma è poco incisivo. Ci saranno altre chances per lui. Tieni duro

Arrighini 6 – Poco spazio per lui che finisce nelle grinfie di Ligi e Rossini. La profondità potenzialmente c’è, ma senza Castaldo non va in porta. Abbandonato

Comi dal 1′ st 7 – Fa svoltare i lupi con l’incornata del pareggio. Ne sferra un’altra ma Donnarumma gli prende le misure. Non è al top della condizione, ma fa già male. Micidiale

Zito dal 23′ st 6 – Ha rabbia e grinta da sprigionare. Confeziona un assist al bacio per Kone che però si fa anticipare sotto porta. La sua qualità non si discute. Locomotiva

Pozzebon dal 35′ st 7 – Sogna ad occhi aperti quando il suo siluro si infila alle spalle di un impotente Donnarumma. È la sua notte nella cornice del San Nicola. Fino a maggio giocava nei dilettanti. Ora bombarda in B. Sottomarino

(@claudio_devito)