Fruncillo: “Operazione verità, meglio che se ne occupi un commissario. Non mi fido della Giunta”

Fruncillo: “Operazione verità, meglio che se ne occupi un commissario. Non mi fido della Giunta”

23 novembre 2018

Marco Imbimbo – Un’Amministrazione che ha prodotto poco e nulla, che sbaglia gli atti e che, soprattutto, «non si preoccupa dei problemi delle persone in difficoltà». Il giudizio di Ines Fruncillo, capogruppo “Forza Italia”, sull’amministrazione Ciampi è negativo. Proprio i forzisti avevano aperto una via di dialogo con la giunta pentastellata, ma alla luce degli ultimi accadimenti si preparano a sostenere la mozione di sfiducia che arriverà domani in Aula, preferendo che sia un commissario prefettizio a concludere l’operazione verità sui conti perché «non mi fido degli atti di questa Giunta, ogni volta sono sbagliati», spiega Fruncillo.

Il sindaco, intanto, per evitare la sfiducia, annuncia che a breve i revisori dei conti consegneranno la relazione sul dissesto. «La gestione di questa operazione verità e della mozione di sfiducia vengono percepite come dei tatticismi politici – denuncia Fruncillo. Sono fortemente in difficoltà nel registrare che, per il bene della città, non si sta facendo nulla, nell’agenda di questa amministrazione comunale le politiche sociali sono scomparse, laddove la sussidiarietà e l’umanità dovrebbero essere il filo conduttore di una gestione comunale. A 24 ore dalla mozione di sfiducia, invece, dal cilindro esce questa novità dei revisori dei conti come annuncia il sindaco».

L’operazione verità sui conti non rappresenta un ostacolo o uno spauracchio da evitare per il gruppo di Forza Italia perché «non abbiamo nulla da farci perdonare da questa città, ma questo percorso potrebbe anche essere consolidato dal commissario prefettizio che arriverà», sottolinea Fruncillo. Ad essere messa in discussione è invece l’attività amministrativa svolta finora.

«C’è da registrare una difficoltà oggettiva nel relazionarsi tra amministrazione in carica di maggioranza e la città stessa – spiega il capogruppo di Forza Italia. A 5 mesi dall’insediamento di questo consiglio comunale, gli atti prodotti per dare risposte ai cittadini sono inesistenti. In ordine d’apparizione l’ultima è stata l’ordinanza anti smog che ha creato difficoltà enormi e tra l’altro non ha avuto riscontro neanche nei paesi limitrofi che avevano sottoscritto un protocollo. A ciò si aggiunge che ho sensibilizzato a più riprese l’amministrazione comunale affinché desse risposte al problema della povertà, anche tramite una convenzione che da sempre viene sottoscritta con la Caritas. Ma non ho avuto risposta. Quindi deduco che non c’è proprio la sensibilità neanche nell’affrontare i problemi degli ultimi».

A fronte di questa analisi sull’attività amministrativa, il responso di Forza Italia è che «tutti questi motivi ci portano a ritenere che questa amministrazione non ha più ragione di esistere, visto che non riesce neanche a dare risposte a chi ha delle difficoltà».

Un messaggio chiaro dunque, quello di Fruncillo, con il suo gruppo che si prepara a sostenere la mozione di sfiducia, nonostante la richiesta di Ciampi di rinviarla in attesa di portare in Aula il dissesto. «Noi non abbiamo nessuna difficoltà nello svolgere l’operazione verità sui conti – spiega Fruncillo. Il problema semmai è un altro, questa amministrazione per produrre un atto valido lo deve riscrivere tre volte, quindi sorgono dei dubbi anche sulla dichiarazione di dissesto approvata dalla Giunta e su come sia stata scritta. A questo punto ho qualche perplessità anche su questo e voglio vederci chiaro fino in fondo. Forse un commissario in questo senso potrebbe essere un organo di garanzia terzo».