Frugano tra i muli: i carabinieri scoprono marijuana in una stalla

Frugano tra i muli: i carabinieri scoprono marijuana in una stalla

15 marzo 2019

Credeva che occultare la droga in quel casolare potesse consentirgli di sottrarsi alle proprie responsabilità. Ma non è andata come sperava un 38enne di Volturara Irpina tratto in arresto dai carabinieri di Montella.

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, quotidianamente impegnati per garantire sicurezza e rispetto della legalità.

In tale contesto, un’altra importante attività è stata condotta dai militari della Compagnia di Montella che, unitamente ad unità cinofila, nella mattinata odierna hanno eseguito varie perquisizioni e tratto in arresto un uomo di Volturara Irpina, ritenuto responsabile di detenzione illegale di stupefacenti e munizioni.

Nello specifico, a seguito di una corposa attività informativa, i Carabinieri della Stazione di Volturara Irpina hanno individuato nel soggetto un possibile obiettivo di interesse nella lotta alla droga.

Quando i Carabinieri hanno bussato alla porta della sua abitazione, l’uomo ha ostentato sicurezza. Ma la sua tattica non ha funzionato poiché i militari, ultimata la perquisizione domiciliare che sortiva esito negativo, decidevano di estendere l’attività di polizia giudiziaria anche al fondo sito in località montana, di cui lo stesso ne aveva la disponibilità.

All’esito della perquisizione venivano rinvenuti circa 400 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana nascosta sotto la mangiatoia dei muli, sottoposta a sequestro unitamente a 23 cartucce per fucile illegalmente detenute, occultate sia in quel casolare che in un altro ubicato poco distante.

Condotto in ufficio e inchiodato alle proprie responsabilità dalle evidenze raccolte, il 38enne, già gravato da specifici precedenti di polizia, è stato quindi dichiarato in stato di arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.