Frodi informatiche e riciclaggio: fissati gli interrogatori

Frodi informatiche e riciclaggio: fissati gli interrogatori

20 febbraio 2020

di AnFan – Si terranno domani gli interrogatori per le due persone di Baiano, un 50enne (difeso dall’avvocato Costantino Sabatino) e una 55enne, arrestate nell’indagine della Procura di Napoli, che investe anche Avellino, nella quale sono contestati a vario titolo i reati di truffa, frodi informatiche e riciclaggio. Quindici le persone sotto indagine.
Le fiamme gialle di Nola, lo scorso 18 febbraio, oltre agli arresti avevano notificato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per un 30enne di Marcianise (Caserta) e un 26enne di Roccarainola (Napoli). Per tre di loro e una quarta persona sono stati disposti anche sequestri complessivi per oltre quattrocento mila euro.
L’indagine
Il gruppo criminale – per gli inquirenti – si occupava di piazzare polizze vita con beneficiari “creati a tavolino”. In un caso sarebbe stata aggiunto il nome di una donna per una assicurazione stipulata da due fratelli. Alcuni dei soldi incassati, per l’accusa, sarebbero stati destinati ai conti correnti di alcuni indagati.