Frigento – L’istituto comprensivo partecipa alla PiccolaGrandeItalia

17 aprile 2009

Frigento – L’istituto comprensivo di Frigento partecipa alla festa nazionale della PiccolaGrandeItalia e per l’occasione riunisce a Frigento gli alunni delle scuole medie dell’Irpinia che hanno aderito alla iniziativa “Voler bene all’Italia”, organizzata con il contributo di Legambiente ed Anci. Questa mattina la sesta edizione della importante manifestazione, che ha preso il via nella villa comunale di Frigento, dove il sindaco Luigi Famiglietti e gli amministratori comunali hanno ricevuto gli studenti degli istituti comprensivi di Frigento, Sant’Angelo dei Lombardi, Paternopoli, Castelfranci, Fontanarosa, Morra de Sanctis, Calitri e Grottaminarda per illustrare il programma dell’evento. Il principio generale intorno al quale i baby sindaci, con tanto di fascia tricolore, dei comuni coinvolti nell’iniziativa si sono confrontati è stato quello della valorizzazione dei territori e dei piccoli comuni avendo a riferimento proprio la scuola, come istituzione capace di aggregare la popolazione studentesca e favorire la rete degli istituti in provincia di Avellino. Al dibattito, molto interessante, che si è svolto presso il centro Caritas di Frigento, hanno partecipato anche i baby assessori ed alcuni baby consiglieri comunali. Il moderatore è stato il dirigente scolastico Andrea Famiglietti ed a conclusione dell’incontro c’è stato il saluto dei dirigenti scolastici, che hanno sottolineato l’importanza della manifestazione e ringraziato l’amministrazione comunale di Frigento per aver realizzato una iniziativa molto significativa per la scuola e gli studenti. Rosanna Repole, dirigente a Sant’Angelo dei Lombardi, ha evidenziato l’importanza che la manifestazione sia istituzionalizzata per dare una maggiore spinta allo sviluppo del mondo scolastico nei piccoli comuni. Il programma rientrava anche nel più articolato cartello di “Scuole aperte”, che ogni anno fa tappa a Frigento. Per l’edizione 2009 della festa, le scuole di Sant’Anastasia, in provincia di Napoli, hanno adottato l’istituto comprensivo di Frigento per testimoniare che l’unione tra grandi e piccoli comuni rappresenta la base per lo sviluppo dei territori. Il sindaco Luigi Famiglietti ha proposto l’adozione di una scuola colpita dal terremoto in Abruzzo. Gli studenti di Sant’Anastasia sono stati ospitati a Frigento per tutta la giornata e nel pomeriggio sono stati accompagnati in visita nel caratteristico centro storico. E domenica prossima la festa si concluderà con la manifestazione di piazza. La festa della PiccolaGrandeItalia si svolge sotto l’Alto patronato del presidente della Repubblica e con il patrocinio della presidenza del Consiglio dei ministri, di quattro ministeri, della Forestale e della Protezione civile.