Fratoianni (Sel): “Svolta sta nelle dimissioni di Letta”

30 settembre 2013

Assemblea provinciale di Sel. Per l’occasione arriva il braccio destro di Nichi Vendola, il deputato Nicola Fratoianni. Apre i lavori il coordinatore provinciale Raffaele Aurisicchio: “entro il 20 ottobre si chiuderà il tesseramento. Dobbiamo recuperare il tempo perduto. Bisogna ridare all’Italia una sinistra credibile e utile. I nostri valori non possono essere ricercati nel Partito Democratico sempre più appiattito verso il centro e che oggi governa con Berlusconi”. Il 12 ottobre la manifestazione a Roma sarà in difesa della legalità costituzionale, per il lavoro e per un nuovo patto tra capitale e lavoro, e per l’occasione partiranno anche da Avellino molti “compagni”. “lo snodo dal quale ripartire muovendo dalla consapevolezza che la sinistra che vogliamo costruire deve contenere quei mondi” annuncia Aurisicchio in merito. Per l’onorevole Fratoianni la svolta sta nelle dimissioni di Letta. “Il premier prova a rompere il blocco berlusconiano e a continuare sul medesimo schema di questi mesi. Seppure dovesse riuscire nel suo intento, seppure dovesse trovare spalla in un nuovo blocco di matrice moderata, per noi sarebbe una sciagura. Perchè se è vero che l’anomalia italiana è rappresentata dall’assenza di un centrodestra liberale ed europeo, noi con la Merkel non saremmo disponibili a governare. Dunque, per noi l’unico orizzonte è quello di un governo di scopo con una maggioranza diversa per fare la legge di stabilità, che per noi significa esodati, cassa integrazione, cuneo fiscale, scuola e redistribuzione del reddito, e la legge elettorale”.