Francesca Bellino e Lucio Battisti: un libro sul cantautore sempre… vivo

by 17 marzo 2004

In tutte le librerie italiane,
in occasione del ‘compleanno’
di Lucio Battisti
il 5 marzo, è uscito “Non
sarà un’avventura” –
Lucio Battisti e il jazz italiano
edito da Elleu, un
libro a cura di Francesca
Bellino che analizza la
‘resurrezione jazzistica’ di
Lucio Battisti, tracciando
l’incontro tra i musicisti
di jazz della scena contemporanea
e le canzoni
del cantante. Lucio
Battisti è l’artista di musica
leggera più amato e
riletto dalla nuova generazione
di jazzisti italiani,
meno sudditi verso il passato
musicale statunitense,
e fiduciosi verso la cultura
musicale nostrana.
Attraverso le testimonianze
degli artisti che hanno
incluso la sua opera nel
proprio repertorio, da
Giorgio Gaslini a Stefano
Bollani, da Roberto Gatto
a Maurizio Giammarco,
da Danilo Rea a Tiziana
Ghiglioni, da Renato
Sellani a Enrico Rava, si
evidenzia un rapporto
fecondo tra il jazz e la
tradizione melodica italiana.
Negli ultimi quindici
anni, i musicisti di jazz
hanno rivisitato l’opera di
Lucio Battisti in progetti
discografici e live. Il libro
però tiene a mente un
paradosso: Lucio Battisti
non ha mai amato né studiato
il jazz,eppure i più
noti jazzisti del nostro
paese hanno assunto la
sua opera eleggendo “E
penso a te” a nuovo standard.
Non sarà un’avventura
è un libro di storie
e le protagoniste sono
le canzoni. Ogni musicista
intervistato spiega le
ragioni che lo hanno spinto
al confronto con una
canzone, i problemi
incontrati nella traduzione
di un brano pop in
chiave jazz, e, infine, l’amore –
non amore verso il
mito Battisti. Francesca
Bellino è una giornalista
di origini avellinesi, è
autrice di E’ ancora vivo!
Lucio Battisti riemerge
attraverso i mezzi di
comunicazione.
Attualmente collabora
con “Il Messaggero”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.