FOTO E VIDEO/ Periferie, sindaco Foti a Roma per la firma con il premier Gentiloni

6 marzo 2017

Questa mattina a Palazzo Chigi a Roma, anche il sindaco di Avellino Paolo Foti è stato protagonista della firma della convenzione per la realizzazione dei progetti di riqualificazione delle periferie, con i colleghi-sindaci delle città di Bari, Firenze, Milano, Bologna, Lecce, Vicenza, Bergamo, Modena, Torino, Grosseto, Mantova, Brescia, Andria, Latina, Genova, Oristano, Napoli, Ascoli Piceno, Salerno, Messina, Prato, Roma.

A presenziare all’evento il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Foti è stato ricevuto al tavolo per la firma, tra i vari, anche dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi ed in platea la fascia tricolore ha preso posto in prima fila accanto ai sindaci di Napoli, Luigi De Magistris, e di Roma, Virginia Raggi.

IL PROGETTO – Tra Comuni e Città metropolitane, in tutto sono 24 le territorialità coinvolte nell’evento.

Altrettanti progetti per la riqualificazione delle periferie, che verranno finanziati integralmente dal Governo.

Nel primo pomeriggio intanto, presso la sede dell’Anci, si terrà la presentazione dei piani di recupero che cambieranno il volto di 24 tra le più importanti città italiane, che hanno preso parte al Programma straordinario per le periferie avviato e finanziato dall’Esecutivo.

La conferenza stampa, nel corso della quale i Sindaci forniranno notizie e approfondimenti sui singoli progetti, si terrà al termine della firma istituzionale – prevista a Palazzo Chigi – delle convenzioni tra il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e i primi cittadini delle città coinvolte.

Sarà il momento per esporre i dati e le caratteristiche dei singoli progetti, insieme alle importanti prospettive di sviluppo sui territori che ne deriveranno.

Il bando per il recupero delle periferie, redatto a giugno 2016, ha raccolto grande adesione da parte dei Comuni, con progetti di qualità tanto elevata da convincere la presidenza del Consiglio dei Ministri al finanziamento integrale, al di là della soglia inizialmente definita dal bando stesso.