FOTO/ Supercoppa – Dopo la B, l’Avellino mette in bacheca il trofeo

23 maggio 2013

Guarda le immagini della partita

Guarda le immagini del rientro ad Avellino dei campioni della Lega Pro

Trapani – Avellino 2 – 2
Tabellino:
Avellino – (3-4-3): Di Masi; Zullo, Bittante, Giosa (21’ st Massimo); Zappacosta (16’ st Castaldo), D’Angelo, Arini, Pezzella; Millesi, Zigoni, Herrera (24’ st Bariti)
A disp.: Fumagalli, Massimo, Angiulli, De Angelis, Catania, Bariti, Castaldo
All.: Massimo Rastelli

Trapani: – (4-4-2) Morello; Priola, Pagliarulo, Filippi, Daì (44’ pt Lo Bue); Pacilli, Giordano, Spinelli (32’ st Gambino), Tedesco (16’ st Caccetta); Abate, Mancosuù
b>A disp.: Dolenti, Manuguerra, Pirrone, Caccetta, Lo Bue, Cucchiara, Gambino
All.: Roberto Boscaglia

Arbitro: Gian Luca Benassi di Bologna
Guardalinee: Alessandro Vigo di Acireale e Salvatore Rizzo di Barcellona Pozzo di Gotto
Ammoniti: 18’ pt Mancosu (T); 19’ D’Angelo (A); 27’ st Pagliarulo (T)
Espulsi: 15’ st Filippi per doppia ammonizione
Reti: 10’ pt Arini (A); 11’ st Spinelli (T); 27’ st Castaldo (A); 34’ st Mancosu (T)
Angoli: 5 a 3 per il Trapani
Recupero: 1’ pt; 7’ st
Note: a sostegno dei lupi, circa 300 tifosi provenienti dall’Irpinia. Tra gli 7.500 spettatori totali, presente anche il Direttore Generale della Lega Pro Francesco Ghirelli.

Dopo il pareggio del “Partenio – Lombardi”, in occasione della gara di Andata di Supercoppa Lega Pro di Prima Divisione con il Trapani di Boscaglia, i lupi sbarcano in Sicilia per l’ultimo e decisivo appuntamento con l’importante trofeo. Una vittoria che potrebbe coronare la stagione dei biancoverdi, ma anche quella dei granata, dopo le rispettive promozioni dirette in cadetteria. Formazioni modificate rispetto all’Andata. Rastelli cambia assetto e scende in campo con il 3-4-3 che vede: Di Masi tra i pali (sostituito da Fumagalli in occasione della gara di Andata di Supercoppa); difesa a tre con Zullo, Bittante e Giosa; Zappacosta e Pezzella a centrocampo con i centrali D’Angelo e Arini; Millesi, Zigoni ed Herrera in avanti. Risponde Boscaglia con il consueto 4-4-2: Morello tra i pali; Priola, Pagliarulo, Filippi e Daì in difesa; l’ex di turno Pacilli, Giordano, Spinelli e Tedesco a centrocampo; rientra Abate, in avanti con Mancosu

La cronaca del match
PRIMO TEMPO: fischio d’inizio alle 20.30 allo Stadio “Provinciale”. Si gioca la Finale di Ritorno della Supercoppa di Lega Pro, Prima Divisione tra Trapani ed Avellino. Il primo tempo si apre al 7’ minuto di gioco con una conclusione di Herrera. Il tiro è debole e si spegne sul fondo. Al 10’, l’Avellino passa in vantaggio. Arini sfrutta una sponda di Zigoni e, dal limite dell’area, fa partire un tiro forte e preciso. Morello non può nulla. I lupi mandano in confusione Filippi e compagni. Il capitano granata viene ammonito al 22’ per un brutto fallo su Herrera. Ed è proprio il fantasista panamense, un minuto dopo, a servire Zappacosta che sfiora il raddoppio. I siciliani confidano nel pareggio e, al 27’, cercano di concretizzarlo con una gran botta dalla distanza di Giordano. La sfera è destinata alle stelle. I padroni di casa continuano a rendersi pericolosi. Conclusione da lontano di Tedesco che cerca di mettere in difficoltà Di Masi. Il “rosso” dell’Avellino ha i riflessi pronti. Cross di Tedesco per Mancosu al 38’. L’estremo difensore biancoverde c’è. Trapani, ancora una volta, vicinissimo al pari al 41’. Tedesco serve Mancosu che tenta la conclusione vincente, La sfera termina fuori e i lupi, con grande equilibrio ed attenzione, si difendono. Un minuto di recupero e Benassi di Bologna manda le due squadre a prendere il thè.

SECONDO TEMPO: la ripresa si apre al 7’ minuto di gioco. Mancosu sfrutta un ritardo della difesa biancoverde e cerca di servire Abate. Di Masi interpreta in modo diligente la mossa degli avversari. All’11’, parità ristabilita. Su sviluppo di un calcio di punizione, battuto da Tedesco, Abate sfiora la palla di schiena e Spinelli, in evidente posizione di fuorigioco, punisce Di Masi. Per il Direttore di gara è tutto regolare. Trapani in inferiorità numerica, al 15’. L’aggressivo e polemico capitano granata viene espulso per doppia ammonizione. Benassi di Bologna lo ‘spedisce’ sotto la doccia anzitempo. Al 26’, finta di Bittante di destro; il terzino dell’Avellino tira di sinistro e, sulla sua strada, trova il braccio largo di Pagliarulo. E’ rigore per i lupi. Dal dischetto Castaldo che non sbaglia. Provvidenziale tocco di Di Masi al 33’ su una conclusione di Pacilli. Mezzo giro di lancette e, su sviluppo di un corner, tediosa l’indecisione del portiere biancoverde che fa carambolare la sfera sulla traversa e Mancosu ne approfitta. Agli sgoccioli della sfida, brutto scontro di Mancosu con Di Masi. L’estremo difensore dell’Avellino resta a terra per qualche minuto. Vistosamente zoppicante, decide di non abbandonare i compagni ed accompagnarli sino al 90° più recupero. E nel recupero, il ‘rosso’ interviene su una pericolosa conclusione di sinistro di Mancosu. Ed ancora. Conclusione di Pagliarulo. Millesi salva sulla linea. Avellino protagonista al “Provinciale” di Trapani. La Supercoppa arriverà presto in Irpinia. E’ questione di ore e Rastelli, dopo la B, metterà, con i suoi, il trofeo in bacheca.
(di Anna Vecchione)