FOTO/ La Sidigas si divora Bologna: nella calza c’è il primato

FOTO/ La Sidigas si divora Bologna: nella calza c’è il primato

7 gennaio 2018

Renato Spiniello – Arriva con un giorno di ritardo la Befana dei biancoverdi ma porta nella calza il dolce dono del primato in Lega A. La sconfitta di Brescia a Torino, seguita dalla roboante vittoria della Sidigas su Bologna per 87-59 significa primo posto, anche in caso di vittoria dell’Olimpia nel posticipo, la Scandone manterrebbe la leadership in virtù della classifica avulsa.

Prematch – Scandone finalmente al completo (ad eccezione del lungodegente Lawal) per questo posticipo della 14° giornata, con il recupero in extremis di capitan Leunen dopo il colpo alla spalla ricevuto in allenamento. Anche Bologna si presenta in piena salute per giocarsi il pick#1 per le Final Eight sull’unico campo finora inespugnato in Lega 1.

Primo quarto 22-10 Primo possesso irpino, ma primi punti di Ale Gentile. I lupi, spinti dal pubblico di casa, rispondono da sotto al ferro con Fesenko e dalla distanza con D’Ercole. Il totem ucraino allunga a 9-0 il break, prima dei 2 di Lafayette. Filloy, Aradori e Rich da 3 fanno schizzare in avanti i parziali. D’Ercole in contropiede scrive il +7 infiammando ancora di più le gradinate di via Zoccolari. Le VuNere si rifugiano nel minuto di sospensione, ma alla ripresa la Sidigas continua a martellare la retina con Rich e Fitipaldo. Il primo quarto si chiude a +12 per gli irpini.

Secondo quarto 22-15 Fitipaldo apre il parziale, Aradori fa en plein in lunetta, ma Wells, sull’asse col play sudamericano, strappa applausi andando di alleyoop (28-12). Umeh infila due triple di fila, ma la forbice rimane inalterata. Lafayette imita il compagno, ma ci sono i liberi di Fesenko a tenere ampio il margine biancoverde (37-21). Prima dell’ingresso negli spogliatoi il pivot fa in tempo a scrivere il massimo vantaggio sul tabellone luminoso (44-25).

Terzo quarto 13-16 Tripla di Ndoja ad inaugurare il secondo tempo. Rich e Fesenko gli rispondono a tono, così come Filloy. Bologna ha un sussulto con Slaughter, ma puntualmente viene punita dal cannoniere della Lba. A poco più di 2′ dalla terza sirena il vantaggio avellinese ha superato il ventello. Ad accorciare e chiudere il quarto ci pensa Lawson.

Ultimo quarto 30-18 Bimane di N’Diaye, poi Fitipaldo e Wells e torna il +20. Il play aggiusta le percentuali da 3, coadiuvato dalle stoppate difensive del senegalese. A metà frazione la vittoria è già in tasca per i biancoverdi, che possono permettersi diversi minuti di garbage time. Dentro anche Parlato e Sabatino: finisce 87-59 al PalaDelMauro.

Sidigas Avellino: Fitipaldo 18, Wells 17, Fesenko 14, Rich 13, Leunen 9 rimbalzi e 9 assist.

Virtus Bologna: A. Gentile 18, Lawson 11, Umeh 9.