FOTO/ Maremmano ferito con un laccio d’acciaio: era una trappola dei bracconieri

FOTO/ Maremmano ferito con un laccio d’acciaio: era una trappola dei bracconieri

19 marzo 2018

Un maremmano è caduto vittima di una trappola illegale per animali, di quelle utilizzate dai bracconieri per piccoli cinghiali o volpi, ma siccome non sono selettive ci possono finire anche tanti altri animali come gatti e – appunto – cani.

Stretto ad una zampa da un cappio d’acciaio, il maremmano ha girovagato per giorni per Atripalda, dove fortunatamente è stato recuperato dai volontari delle associazioni animaliste presenti al “2° Memorial Melody” presso la struttura polivalente “S. Casillo”, tra cui “Il Rifugio di Camilla”, la delegazione atripaldese dell’Enpa e l’associazione “Sos Natura”, che ha denunciato l’origine del cappio.

Il maremmano è stato poi trasportato presso una clinica veterinaria privata dove ha ricevuto le prime cure specialistiche.

“Personalmente non riesco ad immaginare un’occasione migliore per mantenere vivo il ricordo di Melody – ha detto il presidente dell’associazione Eduardo Quarta – Purtroppo questo è l’ennesimo caso di maltrattamento di animali e che sottende anche la presenza di bracconaggio sul territorio”.

Chiunque riconosca queste trappole illegali può segnalarle ad “SOS Natura” per la bonifica delle aree, visto che nei lacci possono morire animali di tutti i tipi.