FOTO/ Jale sceglie il 7: “Ribaltiamo insieme le sorti del torneo”

25 gennaio 2013

Le immagini

Avellino – Ha scelto la canotta numero 7, lo stesso numero che ha indossato al Panathinaikos dal 2002 al 2006 quando ha vinto 4 campionati ellenici e tre coppe di lega. Non a caso, il bianco e il verde hanno caratterizzato da sempre la sua attività agonistica, in nazionale, a Novo Mesto, al Pana così come oggi ad Avellino. Jaka Lakovic si è presentato alla città, in una sala stampa del Del Mauro gremita all’inverosimile. Con il capitano della nazionale slovena era presente tutta la dirigenza della Scandone Avellino, con l’ad Gianandrea De Cesare in testa.
“Con l’aiuto di tutti, tifosi in testa, possiamo ribaltare il corso della nostra stagione”, ha detto ‘Jale’ che si è detto molto soddisfatto dell’accoglienza ricevuta ad Avellino e particolarmente colpito dal calore dei sostenitori della Scandone.

Prima dell’approdo in Italia, Lakovic ha trascorso 5 giorni in Slovenia, allenandosi con la sua ex squadra, il Krka Novo Mesto, dove attualmente gioca l’ex Scandone Jurica Golemac: “Avellino è una piccola ma bella città – ha continuato – Golemac me ne ha parlato tanto bene. Anche dei tifosi. Mi ha detto che si è trovato molto bene e che gli manca l’ambiente irpino”.

“Gioco con le stesse motivazioni di quando ho iniziato a giocare 15 anni fa, non faccio differenza se l’obiettivo è la salvezza o il campionato. Ma adesso bisogna andare per gradi e, per quanto mi riguarda, sarebbe un onore firmare per un altro anno ad Avellino”.

Pancotto gli ha subito affidato le chiavi del gioco, nonostante Jale abbia sostenuto solo 2 allenamenti. “Anche prima di venire qui – ha detto – ho parlato con Pancotto e le sue parole, come quelle di De Cesare, sono state fondamentali. Sono contento di avere la possibilità di dimostrare la mia leadership ma è bene ricordare che il basket è uno sport di squadra e si vince tutti insieme”.

Lakovic è alla sua prima esperienza in Italia. “E’ un torneo molto fisico – dice – Ma domenica partiamo alla grande contro la capolista. Credo sia il modo migliore per cominciare la mia esperienza qui”.