FOTO/ Ipercoop, i lavoratori sfilano in città. Rischio 50% esuberi, la partita si sposta in Regione

FOTO/ Ipercoop, i lavoratori sfilano in città. Rischio 50% esuberi, la partita si sposta in Regione

17 maggio 2018

Marco Imbimbo – La lunga giornata dell’Ipercoop e dei lavoratori si è conclusa con un rinvio, precisamente a lunedì prossimo, alle ore 12,30, quando la vertenza si sposterà sui tavoli della Regione.

A convocare le parti, a cominciare dalle sigle sindacali, è stato la presidente della Regione, Rosetta D’Amelio. I nodi da sciogliere, infatti, restano tanti a cominciare dagli esuberi. “I rappresentanti di Ipercoop e gruppo Az, hanno annunciato un taglio del personale del 50%“, denuncia Mario Melchionna, segretario Cisl, al termine del tavolo in Prefettura, convocato d’urgenza per fare il punto della situazione. Presente all’incontro anche il sindaco, Paolo Foti, che aveva richiesto il tavolo e applaudito dai lavoratori al suo arrivo.

Sullo sfondo, infatti, resta la fatidica data del 23 maggio quando ci sarà il passaggio di consegne formale tra i due gruppi.

“Il problema – prosegue Melchionna – è che nessuno ci ha presentato un piano industriale per motivare questo taglio di personale. Fermo restando che noi siamo contrari anche a un solo licenziamento. Però vorremmo conoscere le motivazioni, anche per mettere in campo misure alternative”. Tutto rinviato, dunque, a lunedì prossimo.

La giornata di oggi, invece, è cominciata con il corteo dei lavoratori che, al grido di “Ipercoop hai distrutto una famiglia“, hanno sfilato da via Pescatori fino alla Prefettura, dove non sono mancati momenti di tensione, quando è esplosa la disperazione dei lavoratori per il loro futuro. I dipendenti, poi, hanno atteso l’esito dell’incontro davanti a Palazzo di Governo. La partita, però, resta tutta aperta e, l’ultima speranza, risiede nel tavolo regionale.