FOTO/ Il Gen. Adinolfi encomia i militari di Avellino: “CC vicini”

31 gennaio 2013

Le immagini

Avellino – Il Comandante della Legione Carabinieri Campania, Generale di Divisione Carmine Adinolfi, questa mattina si è recato in visita nella sede del Comando provinciale Carabinieri di Avellino, dove, nel corso di una breve ma significativa cerimonia, ha consegnato 18 tra encomi e ricompense ai militari che si sono particolarmente distinti in operazioni di servizio, come il salvataggio di donne, bambini e anziani in occasioni delle nevicate che un anno fa paralizzarono l’Irpinia e con varie operazioni contro criminalità comune e organizzata.

“Attraverso questo incontro – ha detto il Generale di Divisione Carmine Adinolfi – abbiamo voluto ribadire la nostra attenzione per il territorio. La nostra attività viene svolta non solo per i cittadini ma anche per le nostre famiglie e per la tranquillità di tutti i giorni. Abbiamo visto dalla maggior parte delle motivazioni degli encomi, come la diffusione della droga tra i giovani sia uno dei problemi principali sul territorio. Dobbiamo insistere con i giovani per evitare che questo tipo di problema dia seguito a reati ben più gravi. Irpinia isola felice? Sono proprio le zone più tranquille a dover essere maggiormente attenzionate”.

“Dalle motivazioni che sono state lette – ha continuato Adinolfi – si evidenzia anche lo spessore, non solo la quantità, ma anche e soprattutto la qualità del lavoro che è stato svolto. Importante anche la collaborazione con altre forze dell’ordine, che è una azione particolarmente efficace che si realizza non solo sul piano dei rapporti istituzionali ma anche sul piano dei rapporti interpersonali. Così com’è significativa l’azione di coordinamento assicurata dai magistrati, in particolare dalle Procure Distrettuali in tutta la Campania, che portano ai risultati che conosciamo. Quindi i risultati non si improvvisano ma sono il frutto di un impegno corale che c’è da parte delle istituzioni e che portano a quelle concrete risultanze che oggi sono state premiate con la concessione degli encomi. In aggiunta a che questo lavoro di contrasto sul piano info-investigativo ed al controllo del territorio che viene garantito in modo efficace dalle stazioni carabinieri e dai radiomobili come integrazione del dispositivo, bisogna continuare ad unire l’azione di prevenzione, diversa ma certamente efficace, che riguarda la formazione, la sensibilizzazione e il dialogo con i giovani nella scuole. L’importante non è solo contrastare certi fenomeni ma anche ridurre i bacini di utenza, è così per esempio nel settore della droga, occorre convincere i giovani a non far uso di sostanze stupefacenti: se sappiamo dialogare con i ragazzi possiamo dare un grosso contributo alla prevenzione vera. Ognuno di noi può fare qualcosa, dialogare con la gente e in questo noi siamo privilegiati dal fatto che abbiamo una istituzione capillare, unica, perchè le Stazione sono un punto di riferimento per tutti anche nelle collettività più piccole e questo è importantissimo. Il controllo del territorio non è solo la pattuglia che sta sul territorio ma è anche e soprattutto il dialogo che l’Arma realizza sul territorio attraverso le stazioni che storicamente sono un punto di riferimento irrinunciabile per le collettività. Quindi noi dobbiamo continuare a lavorare con questo spirito ritrovando e rafforzando quei principi che hanno sempre guidato l’azione dell’Arma in due secoli di storia con orgoglio di sentirci e di essere carabinieri”.

Elenco dei Militari premiati

Ten. Paolo De Alescandris, App. Sc. Giuseppe Salvato (NORM della Compagnia di Avellino), Mar.A.s.UPS Pasquale Maffei (Stazione di Mercogliano): Encomio semplice del C.te della Legione per l’arresto dei minori resisi responsabili della rapina a mano armata ai danni dell’Hotel Mercurio di Mercogliano. Dicembre 2011.

Mar. Ord. Luciano Perrone, App. Sc. Gianfranco Palma (NORM della Compagnia di Montella): Encomio semplice del C.te della Legione per aver disarticolato un’organizzazione criminale di tipo mafioso, composta da 25 persone e dedita allo smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi. Napoli, Caserta, Salerno, 2009-2012

Mar. Ca. Vincenzo Fragella, V. Brig. Pietro Battista, App. Sc. Roberto Festa (NORM della Compagnia di Baiano), Mar. Ca. Gennaro Vitolo (Stazione di Montoro S.): Elogio del C.te della Legione per aver scoperto 2 rapine a mano armata commesse ai danni di istituti di credito di Montoro S. e Mugnano del C., arrestando i 2 autori. Settembre 2011 – maggio 2012

Brig. Carmine Sessa (Stazione di Solofra): Elogio del C.te della Legione per aver soccorso un bimbo di 3 anni in preda alle convulsioni e rimasto bloccato in casa a causa della neve. Febbraio 2012

Mar. Ciro Annicchiarico, Car. Sc. Alessandro Penta (Stazione di Cervinara): Elogio del C.te della Legione per aver soccorso una donna in preda alle doglie del parto, rimasta bloccata con la macchina nella neve. Febbraio 2012