FOTO E VIDEO / “De Luca venga ad Ariano Irpino, è ora di confrontarsi con i cittadini”. Commissario e Vescovo “chiamano” il Governatore

25 maggio 2020

Alfredo Picariello – Ariano Irpino non si piega, Ariano Irpino non molla. I mesi difficili del coronavirus, per la città del Tricolle, non sono purtroppo un ricordo. Sia dal punto di vista strettamente sanitario che da quello economico. Questa mattina piazza Plebiscito si è riempita di commercianti che, in modo pacifico, hanno protestato perché si sentono abbandonati dalle istituzioni nazionali e regionali.

Con loro, non solo in maniera simbolica, anche il commissario prefettizio del Comune di Ariano Irpino, Silvana D’Agostino, ed il Vescovo, don Sergio Melillo. Una presenza costante di entrambi in tutto il periodo della pandemia. Sono scesi dal palazzo comunale alle 10.30 in punto, per ricevere dalle mani degli esercenti le chiavi dei loro negozi e per ascoltare le loro giuste lamentele.

Silvana D’Agostino, tra le altre cose, ha detto che investirà della questione anche il Prefetto di Avellino, la dottoressa Paola Spena. E poi ha invitato il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a recarsi ad Ariano per un confronto con la popolazione. “Ce l’abbiamo fatta a contastare il virus, siamo riusciti a contenerlo in misura molto massiccia ma economicamente abbiamo bisogno di un aiuto”. Il commissario prefettizio non usa giri di parole. E, come detto, “chiama” De Luca, anche se poi preferisce non acuire le polemiche nate in questi giorni nei confronti del Governatore da parte della comunità del Tricolle.

“Speriamo di essere inseriti nelle altre zone rosse d’Italia, anche noi abbiamo passato momenti di difficili”. “Al di là delle polemiche e delle disinformazioni, quello che è importante è che De Luca ci ha salvaguardati la salute e ci è stato vicino. Sicuramente ci aiuterà anche dal punto di vista economico, insieme alle forze politiche del territorio e al Governo. Possiamo ben sperare, insieme ce la faremo”.

Le “difese” di Ariano Irpino e della chiesa arianese Don Sergio Melillo le aveva già prese a caldo, quasi subito dopo le dichiarazioni “incriminate” di De Luca. Dunque, anche lui ha preferito andare oltre: “Occorre essere uniti e trovare le strategie utili per risollevarci. Bisogna guardare insieme nella stessa direzione. Spero che De Luca venga ad Ariano per avere un contatto diretto del territorio e per mettere in atto anche tutte le iniziative per lo sviluppo del Tricolle”.