FOTO/ Caso Mancini, riunione in Provincia. Gambacorta: “Scatterà lo spirito di solidarietà”

FOTO/ Caso Mancini, riunione in Provincia. Gambacorta: “Scatterà lo spirito di solidarietà”

14 novembre 2017

Pasquale Manganiello – Incontro in Provincia stamane per trovare una soluzione in merito alla situazione dei 1200 studenti del Liceo Mancini. Presenti al tavolo, istituito a Palazzo Caracciolo dal presidente Mimmo Gambacorta, la dirigente regionale Luisa Franzese, il Provveditore Rosa Grano, l’assessore Girolamo Giaquinto, la dirigente scolastica del liceo scientifico “P. S. Mancini” Nicolina Silvana Agnes ed i presidi dell’Istituto Alberghiero Manlio Rossi Doria, del Virgilio Marone e dell’Itis Dorso.

“Siamo qui per trovare una soluzione a questa emergenza” – ha dichiarato il Provveditore regionale agli studi Franzese, mentre Gambacorta ha sottolineato alcuni passaggi importanti da intraprendere nelle prossime ore.

“Le scuole chiamate qui oggi – ha detto il presidente dell’Ente di Palazzo Caracciolo – dovranno convocare un consiglio di istituto in cui con docenti e genitori verificheranno le possibilità di ospitare gli studenti. Ovviamente la logica condivisa da tutti e tre i dirigenti scolastici, dalla dott.ssa Franzese e dalla dott.ssa Grano si basa sul principio di solidarietà in una situazione emergenziale e sull’attenzione a tutti gli studenti coinvolti. Contiamo di concludere questi passaggi entro domani. Oggi avrò un primo incontro con il Prefetto a cui comunicherò lo stato di avanzamento dei lavori”.

Gambacorta non si sbilancia sul riesame di venerdì prossimo:

“E un tema che riguarda gli avvocati, non riguarda nemmeno me. Noi stiamo lavorando su ipotesi pessimistiche. Sono certo che scatterà lo spirito di solidarietà: con il De Luca e lo Scoca chiusi, con i lavori all’Amatucci, non ci sono altre aule.”

E sull’apertura del presidente del Consiglio Regionale, Rosetta D’Amelio, alla possibilità di ospitare gli studenti in edifici privati:

“C’è un problema legato alle certificazioni. Non so se ci sono aule in grado di ospitare 25 ragazzi ed inoltre ci sarebbero i tempi delle procedure ad evidenza pubblica da rispettare. Siamo a fine anno, non ci sono risorse sul bilancio, mi sembra complicato.”