FOTO/ Avellino a valanga: 13 reti agli ischitani della V. Libera

30 luglio 2014

GUARDA LE FOTO DEL MATCH A RIVISONDOLI

Avellino – Virtus Libera Crypton 13-0

Avellino primo tempo (3-5-2): Bavena; Bittante, Fabbro, Vergara; Petricciuolo, Kone, Togni, Schiavon, Visconti; Comi, Arrighini.
Avellino secondo tempo (3-5-2): Frattali; Pisacane, Ely (12′ st D’Attilio) Vergara (27′ Evangelista); Regoli, D’Angelo, Arini, Soumare, Zito; Castaldo, Pozzebon.
All.: Rastelli

Virtus Libera Crypton primo tempo (5-3-2): Petrone; Caruso, Armidoro, De Simone, Manna, Accurso; Iacono, Sogliuzzo, Capuano; Chiaiese, Saurino.
Virtus Libera Crypton secondo tempo (5-3-2): Petrone (34’ Vuolo); Cigliano, Accurso (37’ Verde), De Simone (18’ Di Maio F. P.), Solmonese, Di Maio G.; Iacono (14’ Di Maio C.), Sogliuzzo (25’ Morgera), Capuano (15’ Marotta); Chiaiese, Saurino (30’ Iacono L.).
All.: De Siano
Reti: 3′ Arrighini, 7′ Kone, 15′ e 30′ Comi, 31′ Petricciuolo, 45′ Togni, 14′ st Vergara, 16′ e 36′ st Soumare, 20′ e 45′ st Pozzebon, 22′ e 27′ st Castaldo.
Note: presenti 20 ultras provenienti dall’Irpinia.

Rivisondoli. È finita con una scorpacciata di reti la seconda uscita pre-campionato dell’Avellino. 13 quelle rifilate agli amatori ischitani della Virtus Libera Crypton. In evidenza le bocche di fuoco Castaldo, Comi, Pozzebon e Soumare (impiegato nell’inedito ruolo di mezz’ala sinistra), autori di una doppietta a testa. A bersaglio anche Arrighini, Kone, Petricciuolo, Togni, Vergara e Pozzebon. Rastelli si è affidato al consueto 3-5-2, con l’esperimento Bittante nella linea difensiva a tre sin dall’inizio insieme a Fabbro e Vergara. In palla, oltre ad un Kone già straripante, la coppia Comi-Arrighini, che ha mostrato affiatamento nei movimenti offensivi. Positiva la prestazione di Petricciuolo, il quale ha giocato con personalità soprattutto in fase propositiva. Nota stonata l’infortunio di Ely, costretto ad abbandonare il campo per un affaticamento muscolare.

La sequenza delle reti. Sotto gli occhi di una ventina di ultras giunti dall’Irpinia, apre le danze subito Arrighini al 3′ con un primo assaggio dell’intesa con il compagno di reparto Comi: cross al bacio sul secondo palo di Schiavon e sponda del giovane milanista per il tuffo sottomisura del gemello arrivato dal Pontedera.
Il bis non tarda ad arrivare. È il 7′ infatti quando Kone carica un destro violento dai 22 metri, spedendo la sfera sotto la traversa.
Il tris giunge al quarto d’ora esatto dai piedi di Comi che dopo tentativi falliti fa centro: cross di Arrighini dalla destra, Schiavon raccoglie ed indirizza sul piattone destro dell’ex Lanciano.
Poker alla mezz’ora: scambio tra Kone e Arrighini che attacca il fondo sulla destra, palla ancora all’ivoriano che vede Comi tutto solo davanti al portiere fulminato per la quarta volta.
Pokerissimo un giro di lancette dopo con il baby Petricciuolo che scarica sul palo lontano dopo un’azione insistita di uno scatenato Arrighini con la collaborazione del partner Comi. Nel finale di tempo c’è gloria anche per Togni grazie ad un pregevole appoggio di Kone al limite dell’area che prima l’inserimento del brasiliano.
Nella ripresa, dopo due ghiotte chances per Castaldo, le firme baby di Vergara (colpo di testa su angolo calciato da Zito) e Soumare (buca d’angolo dal limite dopo una traversa colpita da D’Angelo). Al 20′ sale in cattedra Demiro Pozzebon con un assolo ai 18 metri: dribbling sull’esterno e sinistro sul palo lontano. È il preludio alla doppietta di Castaldo che prima a tu per tu con il portiere e poi di testa su imbucata di Zito porta a 11 le segnature. Diventano 12 con Soumare, bravo a mettersi in luce in area e a concludere in maniera chirurgica davanti al portiere. A chiudere il tabellino delle segnature ancora Pozzebon con un sinistro da distanza ravvicinata. (@claudio_devito)