Foti:”Nessun caso La Verde, programma condiviso da Pd e maggioranza”

13 giugno 2014

Avellino – In occasione della presentazione della nuova stagione del Teatro Gesualdo, è tornato a parlare anche il primo cittadino di Avellino Paolo Foti. Dalla questione ambientale della Novolegno sino a piazza Libertà, la fascia tricolore avellinese non si è sottratto alle domande dei cronisti, facendo il punto rispetto alle vicende più dibattute nell’ambito della discussione politica in città ma non solo.

NOVOLEGNO – Foti ha parlato dell’incendio che ha interessato la fabbrica della Novolegno a Montefredane. Scongiurato il peggio, la fascia tricolore avellinese ha chiesto la convocazione di un tavolo in Prefettura in ordine alla tematica delle possibili ricadute occupazionali che interessano lo stabilimento del Gruppo Fantoni di Arcella.
”La popolazione – ha detto Foti – può stare tranquilla poiché non vi sono stati pericoli sul piano ambientale. Il problema ora è verificare il susseguirsi della situazione. D’intesa con il sindaco di Pratola Serra e Montefredane abbiamo chiesto l’istituzione di un tavolo in Prefettura per realizzare un percorso e discutere delle questioni legale all’occupazione. In quella sede vogliamo valutare percorsi e prospettive della proprietà dell’azienda di Montefredane che ha già fatto occupazione diffusa sul territorio”.

PIAZZA LIBERTA’ – “All’Ordine degli Architetti dico che il sindaco è sempre aperto al confronto purchè non vi siano pregiudizi. Ma ho il dovere di procedere step by step per assicurare ad Avellino la riqualificazione di una parte di città che ritengo sia un pessimo biglietto da visita per il capoluogo irpino”.

“NESSUN CASO LA VERDE” – Foti ha parlato anche del cosiddetto caso La Verde: “Mi sembra che lo stesso La Verde abbia chiarito che non ci sono problemi e che la sua decisione è stata presa solo come conseguenza di questioni personali e familiari. Ha chiesto correttamente di essere esentato per più giorni dall’attività amministrativa. Non c’è nessun problema nascosto e nessuna difficoltà sostanziale di tenuta della Giunta”.

MAGGIORANZA E RAPPORTI COL PD – “Si devono prediligere alcuni settori e alcuni interventi, come le politiche sociali, il commercio e i lavori pubblici. Su questi punti siamo tutti d’accordo. Si è sostanziata una condivisione generale da parte di tutti i tutti i gruppi di maggioranza. E’ ovvio che apporterò mie eventuali correzioni per dare consequenzialità a questa piattaforma politica che ripeto è condivisa dal Pd e dai gruppi di maggioranza”.