Forza Italia presenta i suoi candidati, Sibilia contro Fratelli D’Italia: “Desistenza fallimentare”

Forza Italia presenta i suoi candidati, Sibilia contro Fratelli D’Italia: “Desistenza fallimentare”

19 maggio 2018

Sabino Morano, candidato sindaco della coalizione di centrodestra torna al Circolo della stampa di Avellino. Dopo l’incontro con i candidati della Lega, oggi è stato il momento della squadra di Forza Italia.

Presenti oltre che i candidati, il parlamentare Cosimo Sibilia, Franco e Giovanni D’Ercole e Pietro Foglia.

Ad inaugurare l’evento proprio Cosimo Sibilia, che sin dalle prime battute ha mostrato con orgoglio le caratteristiche della coalizione: un gruppo di uomini e donne “pronti per la restaurazione, per quell’ondata di rinnovamento e di esperienza di cui ha bisogno la città. Con noi, Avellino – ha precisato il parlamentare – ha l’occasione di cambiare finalmente rotta superando una fase amministrativa fallimentare sotto ogni punto di vista. Ma – precisa ancora – la colpa non è solo del sindaco uscente, Paolo Foti, ma anche di tutti quei consiglieri che oggi si ripropongono altrove”.

Il leader irpino non nasconde l’amarezza per la scelta dell’ultima ora di Fratelli d’Italia di ‘sfilarsi’ dalla coalizione per sostenere Dino Preziosi.

“Certo, avevamo preparato quattro liste e una si è defilata. Avevamo raggiunto un’intesa anche faticosa su Sabino Morano, ma la desistenza è di chi ha una percentuale minima e voleva condizionare l’intera coalizione”. 

Per Morano invece più che desistenza “quello di chi si è sfilato è stato un atto di sabotaggio di basso cabotaggio”. Ma, dopo questa rapida parentesi, va oltre il dieci giugno: “Vogliamo frenare il deserto che avanza e fare di Avellino il faro del Mezzogiorno. Noi vogliamo renderla una perfetta Smart city. Infatti – ha aggiunto Morano – presenteremo già dalla prossima settimana un sistema di app innovativo che permetterà alla città capoluogo di essere al passo con i tempi”.

“Loro – riferendosi agli avversari politici – mettono insieme di tutto, dalla destra storica ad Alleanza Nazionale. Noi vogliamo amministrare, loro semplicemente sopravvivere. Noi vogliamo fare di Avellino una città sicura, per cui proponiamo un responsabile della sicurezza nelle periferie. E poi il decoro urbano ed il commercio. Voglio stringere la mano a tutti gli esercenti, a chi lavora con la partita IVA. Voglio stringere, insieme al vostro sostegno, la mano a tutti coloro che con coraggio in tutti questi anni hanno lavorato tra molteplici difficoltà. Loro sono i veri eroi. Lavorano da vent’anni con l’amministrazione contro”.

All’attacco del “patto d’acciaio” realizzato tra le fila del centrosinistra, l’intervento di Pietro Foglia: “Io ho fatto un passo indietro per la candidatura come sindaco perché credo sia arrivato il momento di dare spazio a volti nuovi, mentre dall’altra parte ci sono persone di 92 anni che ancora non hanno capito di aver fatto il proprio tempo”.

E ancora: “Il centrosinistra sta cominciando anche a dare delle patenti di intelligenza. Ricordavo che in Irpinia lo facesse solo una persona, ma evidentemente le frequentazioni del candidato Pizza in Alta Irpinia stanno influendo”, ha concluso Foglia.