Forza Italia – L’attacco di Castelluccio alla politica irpina

25 maggio 2005

“In Irpinia la vera politica è morta”. Duro ed estremamente chiaro il punto di vista di Roberto Castelluccio, in quota Forza Italia, che con poche ed esaustive parole mostra un quadro che apparirebbe davvero sconfortante. Dichiarazioni che non lasciano spazio all’immaginazione in quanto supportate da motivazioni di fondo che, almeno in apparenza, sembrano nascere da un personale esame introspettivo arricchito da note disincantate ed estremamente lucide. “La politica è diventata arrivismo. Nulla di più. Una generale condizione che investe il centrodestra ancora più del centrosinistra. Nessun valore, nessuna ideologia, nessun programma”. Un attacco, quello mosso da Castelluccio nei confronti della sua stessa coalizione, che la dice lunga su un periodo di crisi che piuttosto che scemare sembra appiccare costantemente nuove scintille. “Il vero problema è che non esiste alcun programma. Non esiste unità di coalizione. Non esiste unità di partito. Si assiste ogni giorno ad un incessante processo di sgretolamento che non risparmia davvero nessuno. Avremmo dovuto immaginarlo già durante la scorsa campagna elettorale: siamo stati davvero in pochi a presentare un programma, degli obiettivi da raggiungere. La maggior parte ha preferito puntare sui personalismi senza tener conto del fatto che il concetto di politica è ben altro”. E dalla politica ai suoi diretti rappresentanti: “Chi occupa incarichi forti non riesce ad esprimere un progetto tangibile. Sostanzialmente continua a prevalere la politica del personalismo rispetto a quella dei contenuti”. Il vero ‘dramma’ sarebbe dunque in una cattiva gestione dello strumento che dovrebbe apportare i dovuti miglioramenti ad un territorio che da troppo tempo attende invano di decollare. (di Manuela Di Pietro)