Forza Italia – Azzurro donna si presenta alla provincia

16 maggio 2008

Davanti ad una platea non soltanto femminile si presenta ufficialmente ad Avellino il movimento Azzurro Donna di Forza Italia. Ma che sia soltanto una partenza per poi confluire tutte insieme anche con le donne di An nel Popolo della Libertà lo si capisce visto che tra i presenti ci sono alcune rappresentanti del partito di Fini. “Far rinascere il centrodestra e avvicinare Avellino alla politica del fare” questo il messaggio che è stato lanciato dalle rappresentanti irpine di Azzurro Donna.
Antonietta Gialanella è stata nominata coordinatrice provinciale di Azzurro Donna. Paola Forcione coordinatrice cittadina, mentre Antonietta De Angelis sarà il difensore civico cittadino. Giovanna Nicodemi si occuperà dei rapporti con la stampa e curerà il settore Cultura. Efisia Giannasca sarà la responsabile per le politiche sociali e la famiglia, Ornella Bonanno per l’imprenditoria e commercio, Luana Mirabella per le pari opportunità, Assunta Pisano ed Eliana Fontebassa per l’istruzione e la scuola, infine Roberta Cerbone è la responsabile delle politiche giovanili. Nell’organigramma ci sono due uomini: Massimiliano Fontana per la sanità privata e Giacomo Armerini per la formazione. E il movimento fin da subito si renderà operativo: il difensore civico della libertà De Angelis ha annunciato l’apertura di un punto d’ascolto ogni venerdì dalle ore 15 per la consulenza legale, amministrativa e familiare. “Vogliamo conoscere, individuare, monitorare le istanze delle donne, dei giovani, degli anziani, dei malati, delle persone che vivono un disagio. Questa figura vuole essere un mezzo per comunicare con le istituzioni: difendere il cittadino e rappresentarne le istanze”. Per la coordinatrice provinciale Gialanella “la presenza del movimento servirà da supporto ai parlamentari locali per tenere vive le istanze delle donne dell’Irpinia”. Per la coordinatrice cittadina Forcione “Azzurro Donna rappresenta soprattutto una grande volontà di esserci ed una grande speranza di operare, finalmente, dentro una cultura che ha come elemento fondante la ricerca e la difesa della libertà … Perché i problemi delle donne non sono problemi privati, ma riguardano tutto l’assetto della società a partire dalla famiglia, verso una maggiore vivibilità e giustizia, verso un progetto di convivenza più equilibrato e meno marginalizzante”. Nicodemi, invece nel suo intervento ha messo in luce di come il movimento vuole operare nel settore cultura con il più ampio senso del termine. “Avvicinare la città ad iniziative di alto respiro culturale, che riescano ad attirare l’attenzione oltre i confini della provincia, puntando su veri eventi e non sulle solite manifestazioni che siamo abituati a vedere nella nostra città”. E le congratulazioni per la buona partenza di Azzurro Donna sono venute dal senatore Cosimo Sibilia e dal consigliere regionale Franco D’Ercole di Alleanza Nazionale.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.