Formicoso, Pionati: “I parlamentari irpini facciano quadrato ora”

27 luglio 2008

Avellino – “La vicenda del Formicoso dimostra, come ho sempre sostenuto, che le iniziative estemporanee ed inutili assunte a titolo individuale per pura demagogia e propaganda, hanno le gambe corte e diventano addirittura controproducenti”. Lo dichiara Francesco Pionati che spiega: “Il problema politico che si pone oggi è quello della difficoltà dei parlamentari irpini della maggioranza di incidere sulle scelte del governo e di tutelare, di conseguenza, le nostre zone. Aprire una seconda discarica in Irpinia è inaccettabile perché viola tutti i principi di equità, gli impegni di provincializzare il ciclo dei rifiuti e perché compromette sul nascere ogni ipotesi di sviluppo economico basato sulle risorse del territorio. Penso sia necessaria una mobilitazione unitaria che coinvolga tutte le forze politiche e sociali e che cerchi anche il sostegno della Chiesa. In questa direzione – sottolinea – poichè non è il momento delle polemiche ma di fare fronte comune, ritengo utile un incontro di tutti i parlamentari irpini per identificare le iniziative più opportune e per chiedere un incontro urgente sia a Bertolaso che a Berlusconi. Le autorità di governo non commettano l’errore – conclude – di esasperare gli animi, non ascoltare le ragioni di chi protesta e confondere il senso di responsabilità con l’arrendevolezza”.