Forino – Adamo Sambuco condannato a 13 anni per l’omicidio De Cristofaro

7 luglio 2005

Forino – Adamo Sambuco è stato condannato a 13 anni di carcere per l’omicidio di Gennaro De Cristofaro. La sentenza è stata letta ieri dalla Terza Sezione della Corte d’Assise di Napoli alla presenza del legale di Sambuco, il penalista Annibale Schettino. Il fatto di sangue, ricordiamo, risale alla tarda serata del 14 dicembre del 2002. Il De Cristofaro si trovava all’interno del ‘Play Zone’, il circolo privato da lui gestito, quando improvvisamente si udì il boato di un proiettile esploso. Quando i soccorritori giunsero sul posto, l’uomo era riverso in fin di vita sul pavimento in una pozza di sangue. Nessun tentativo dei soccorritori riuscì a strapparlo alla morte. Dopo poco, gli inquirenti risalirono ad Adamo Sambuco quale l’uomo che, armato di pistola, aprì il fuoco contro De Cristofaro. Nonostante nel corso dei processi si sia sempre pronunciato innocente, dichiarando ai Giudici che il colpo era partito accidentalmente mentre stava porgendo la pistola al De Cristofaro, in un primo grado il Tribunale di Avellino lo condannò a 5 anni. In Corte d’Appello la condanna è lievitata a 18 anni e 6 mesi. Il penalista Schettino ha impugnato la sentenza presentando ricorso in Cassazione: ma, dopo l’annullamento delle due precedenti sentenze, oggi la Corte d’Assise di Napoli ha condannato Adamo Sambuco, attualmente agli arresti domiciliari, a 13 anni di carcere. L’avvocato Schettino, qualora ci dovessero essere gli elementi, si dice pronto a presentare nuovamente ricorso in Cassazione.