Forestali, firmato il contratto integrativo della Regione Campania

Forestali, firmato il contratto integrativo della Regione Campania

24 gennaio 2018

È stato firmato oggi, da Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e Uncem Campania e Regione Campania, il nuovo contratto integrativo regionale per i forestali. Si tratta di un contratto che vede coinvolti più di 4200 lavoratori tra impiegati e operai delle Comunità Montane, di Enti pubblici, Consorzi forestali, Aziende speciali e altri Enti che svolgono attività di manutenzione idraulico-forestale ed idraulico-agraria, imboschimento e rimboschimento, difesa del suolo, prevenzione e lotta agli incendi, opere di ingegneria naturalistica.

“Un passo avanti di fondamentale importanza – dichiarano i leader regionali di Fai Cisl Raffaele Tangredi; Flai Cgil, Giuseppe Carotenuto, Uila Uil Emilio Saggese e il presidente regionale Uncem Luciano Vincenzo – se si pensa che abbiamo firmato questo contratto integrativo regionale per i forestali dopo ben nove anni; era infatti dal 2009 che non c’era una trattativa in materia ed è stato grazie alla costante tenacia delle organizzazioni sindacali se oggi è stato riconosciuto questo diritto fondamentale”.

Tra gli elementi più importanti contenuti nel contratto integrativo regionale, vanno evidenziati l’aumento salariale e di indennità di circa 74 euro, già da questo mese, e la costituzione, per la prima volta in questo settore, di uno specifico ente bilaterale territoriale, una novità che potrà garantire, ai tanti lavoratori coinvolti, importanti servizi integrativi di welfare.

“Con la firma di questo contratto – fanno notare i sottoscrittori – aggiungiamo un tassello molto importante nel grande mosaico della forestazione, un comparto a cui troppo spesso si guarda in termini di assistenzialismo locale anziché come un tratto fondamentale della programmazione territoriale per la tutela dell’ambiente e delle comunità locali. Da questo punto di vista c’è stato un cambiamento di prospettiva, per cui dobbiamo riconoscere di aver trovato un governo regionale, rappresentato dal governatore Vincenzo  De Luca, che ha voluto ascoltare le istanze del settore e ha voluto credere in una persona, il consigliere Francesco Alfieri, sensibile alla contrattazione e alle problematiche dei territori interni e delle zone montane, che senza buone leggi regionali rischiano l’abbandono e lo spopolamento. Infatti, già nel settembre dell’anno scorso avevamo salutato positivamente l’approvazione, da parte della Giunta regionale, del nuovo Regolamento forestale. Ora ci auguriamo che la firma di oggi possa stimolare anche un coerente percorso istituzionale verso il rinnovo del contratto collettivo nazionale e la stabilizzazione del settore”.