Forestali, Fai Cisl: “Finanziamento insufficiente a coprire costi”

31 maggio 2014

Dopo le dichiarazioni dell’Ass. Regionale Daniela Nugnes e la mancata risposta degli Enti Delegati alle critiche ricevute, perché inadempienti, o ritardatari nell’ invio delle documentazioni relative alla progettazione e rendicontazione dei lavori, il sindacato Fai Cisl scrive a Caldoro evidenziando la cruda realtà.
“Il finanziamento pari a 60 milioni di euro per il corrente anno è insufficiente a coprire il costo degli addetti forestali, è insufficiente per realizzare sul territorio montano regionale una concreta attività volta a contrastare il dissesto idrogeologico, e a prevenire gli incendi. E’ ormai chiaro a tutti, sostiene Raffaele Tangredi, che la Regione Campania non ha proposte da presentare per la riforma della legge 11/96. Ci sorge il dubbio che vi sia mancata volontà della politica e dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura a dare continuità a questo settore. Mentre tutto ciò accade nell’indifferenza totale, gli operai idraulici forestali continuano a penare, aumenta il numero delle mensilità arretrate, e il rischio che non vi siano fondi per il 2015. A tutti gli operai, in questo particolare momento, chiediamo, la massima unità intorno al sindacato affinché attraverso incontri e con forti azioni di protesta, si possa indurre la Regione Campania a dare certezze e stabilità alla Forestazione in Campania”.