Forestali bloccati a Napoli, il Prc: “Indignati”

10 dicembre 2013

Avellino – “Lo stato di fermo praticato ieri contro alcuni lavoratori della Comunità Montana Irno – Solofrana e il rappresentante della Flai CGIL di Avellino, che legittimamente manifestavano per rivendicare lavoro e le dovute spettanze arretrate da 19 mesi ci indigna profondamente”. Lo dice in una nota il Prc irpino.
“E’ vergognoso che dei lavoratori oltre al danno siano costretti a subire anche l’umiliazione di essere trattati come dei delinquenti. I veri malfattori sono i rappresentanti istituzionali Regionali e Provinciali incapaci di risolvere, come più volte abbiamo denunciato, una questione tanto seria per le sorti degli operai e per il territorio che, non ci stancheremo mai di sottolineare,necessità di un efficace piano di manutenzione e riassetto poiché a forte rischio di dissesto idro-geologico. Nel ribadire la solidarietà e il sostegno alla lotta, ci impegniamo ad intensificare il nostro lavoro politico a sostegno delle loro rivendicazioni”.