Fondi UE, Petracca: “Partita la spesa ma bisogna essere spediti”

Fondi UE, Petracca: “Partita la spesa ma bisogna essere spediti”

3 maggio 2017

Napoli – Oltre due miliardi e quattrocento milioni di euro programmati a valere sul Por Fesr 2014/2020, di questi sono quattrocento i milioni di euro già messi a bando o pronti per essere oggetto di procedure ad evidenza pubblica, con particolare attenzione al sostegno alle imprese e alle aree di crisi non complesse.

Ancora, pronti i bandi per la formazione a valere sul Fondo Sociale Europeo con particolare attenzione alle fasce deboli e alle pari opportunità.

A breve il nuovo bando per un importo complessivo di otto milioni e mezzo di euro per gli eventi di promozione turistica.

Circa duecento milioni di euro programmati per le 23 tipologie di intervento pronte a partire nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale.

E’ questo il quadro emerso oggi nel corso della seduta della Commissione Fondi Statali e Comunitari per lo Sviluppo del Consiglio Regionale della Campania presieduta da Maurizio Petracca con all’ordine del giorno lo stato dell’arte relativo alla programmazione comunitaria 2014/2020.

Erano presenti all’incontro l’assessore regionale ai Fondi Europei, Serena Angioli, ed i rappresentanti dell’Assessorato alla Formazione e di quello allo Sviluppo Economico ed Attività Produttive. La prossima settimana è prevista una nuova seduta della Commissione interamente dedicata allo Sviluppo Rurale, e quindi al Psr, con la presenza del consigliere delegato Franco Alfieri.

«Ho inteso convocare questa seduta della Commissione – commenta Maurizio Petracca – perché ritengo utile fare una ricognizione dello stato di attuazione di tutti i piani contenuti nella programmazione comunitaria 2014/2020 che si è aperta ed è ormai entrata nel vivo, dopo aver scollinato le criticità relative alla vecchia programmazione, con particolare riferimento alla pesante eredità dell’accelerazione della spesa.

A giorni, grazie ai contributi che ci perverranno da tutte le Direzioni Generali della giunta regionale saremo in grado di aver un quadro esaustivo e puntuale, programma per programma, misura per misura».