Foglia: “Alleanza delle Cooperative eletto De Gregorio”

25 luglio 2014

“La nascita del Coordinamento Alleanza delle Cooperative in Campania rafforzerà il grande albero della cooperazione e svolgerà un ruolo importante di coordinamento dell’azione di rappresentanza nei confronti del Governo, del Parlamento, delle istituzioni europee e delle parti sociali e saprà contribuire a dare impulso alla creazione di nuova imprenditorialità e di nuova occupazione nel nostro territorio”. Così il Presidente del Consiglio Regionale della Campania Pietro Foglia, esprimendo i propri auguri a Gian Luigi De Gregorio eletto alla presidenza del Coordinamento dell’Alleanza delle Cooperative della Campania. Nella Regione la presenza della cooperazione è molto significativa, dal sistema Unioncamere si rilevano oltre 9.000 cooperative operanti in tutti i settori produttivi. La cooperazione della Campania nell’economia regionale, in complesso, ha un peso non trascurabile: basti pensare che, da sole, le 2.500 cooperative aderenti alle principali associazioni di rappresentanza sviluppano un valore della produzione che rappresenta il 2,5% del Valore aggiunto della regione. Ecco perché Foglia spiega: “Il mio primo impegno come Presidente del Consiglio è stato quello di designare i rappresentanti dell’Assemblea in seno all’istituita Consulta Regionale della Cooperazione, che ha il compito di favorire la partecipazione del sistema cooperativo campano alla programmazione regionale, assicurando con tale nomina l’effettiva operatività di tale’organo consultivo”. “In alcuni settori, tra i quali si cita ad esempio quello agricolo, il peso della cooperazione è di gran lunga maggiore. – continua il presidente – In agricoltura, ad esempio, le cooperative sono un esempio concreto del ruolo svolto dalla cooperazione a carattere di mutualità assicurando, alle migliaia di imprenditori associati, di innovare i prodotti, di esportarli e di venderli, in buona parte alla Grande Distribuzione, garantendo un valore aggiunto che altrimenti non potrebbero ottenere. Per quanto ci riguarda, – sottolinea ancora Foglia – la legge per la cooperazione sociale arriverà in aula per la deliberazione finale da parte del Consiglio regionale a settembre. Solleciterò la commissione bilancio per una rapida deliberazione in merito alla Legge sulla Pesca”. Venerdì scorso Regione ha approvato i documenti di sintesi POR FESR e FSE 2014/2020 e per quanto riguarda il programma di investimenti per lo sviluppo regionale (FESR) viene approvato il documento di sintesi condiviso al Tavolo di Partenariato economico e sociale. In particolare, nel documento strategico regionale si punta su tre linee d’intervento: Campania Regione Innovativa; Campania Regione Verde; Campania Regione Solidale. Sono stati altresì definiti gli obiettivi tematici del POR FSE. La proposta di allocazione finanziaria è articolata su 5 assi: occupazione, inclusione sociale e lotta alla povertà, istruzione e formazione, capacità istituzionale e amministrativa, assistenza tecnica. “Sono certo che le innovazioni programmatiche presenti nei rapporti preliminari alle prossime azioni aprono ed assicurano nuove opportunità al mondo della cooperazione esaltandone il ruolo economico e sociale da essa svolto. Le prossime azioni regionali si aggiungeranno a quelle già assunte – è bene ricordarlo – con i recenti Accordi di programma sottoscritti dalla Giunta nei mesi scorsi, l’ultimo bando a favore delle reti tra piccole e medie imprese, singole e/associate, per investimenti ed innovazione tecnologica” conclude il Presidente.