Fma – Un’interrogazione di De Luca sulla crisi del settore

15 febbraio 2010

Un’interrogazione parlamentare per chiedere al Governo Berlusconi un intervento presso la Fiat per porre argine alla crisi che interessa alcuni stabilimenti del settore presenti sul territorio nazionale, i cui lavoratori rischiano di perdere il posto. La presenterà nei prossimi giorni il senatore del Partito democratico Enzo De Luca che, soffermando l’attenzione sulla provincia di Avellino, fa riferimento alla vicenda della Fma di Pratola Serra.

“La situazione occupazionale in Irpinia è delicata – spiega De Luca – gli ultimi dati non sono confortanti: trecentocinquanta piccole e medie imprese a rischio, circa settantaseimila potenziali disoccupati e circa settemila cassintegrati. Questo vuol dire che bisogna mantenere alta l’attenzione ed agire al più presto. E deve essere il Governo a farlo. Per quanto riguarda la Fma si deve intervenire sulla Fiat, che può individuare una missione produttiva nuova e in questo modo rilanciare dal punto di vista occupazionale lo stabilimento di Pratola Serra. Naturalmente, per stare all’Irpinia, l’attenzione resta alta anche per la Irisbus. In generale, in provincia di Avellino come sul piano nazionale, bisogna fare il possibile per tutelare l’occupazione dei lavoratori degli stabilimenti in crisi, ma occorre farlo con azioni concrete e non con spot pubblicitari come fa il centrodestra di Berlusconi”. Un sostegno occupazionale per le aziende in crisi era stato chiesto dai senatori del Pd anche mediante gli emendamenti al decreto milleproroghe, “ma purtroppo – puntualizza De Luca – i nostri sforzi sono stati vanificati dalla decisione del Governo di porre l’ennesima fiducia sull’approvazione del decreto. Analogamente, avevamo posto con forza l’attenzione sulla questione anche nelle mozioni sul Mezzogiorno, ma ancora una volta i nostri appelli al Governo sono caduti nel vuoto. Non si può andare avanti così e abbandonare al loro destino lavoratori che hanno bisogno di certezze per il loro futuro”. Di qui l’idea di De Luca di presentare al Governo una interrogazione parlamentare sulla questione. Oggi il senatore del Pd sarà a Bologna dove, da vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e le attività illecite ad esso connesse, parteciperà con il presidente Gaetano Pecorella e una delegazione della Commissione, ad una missione di tre giorni per svolgere alcune audizioni – tra cui quella al direttore dell’Arpa Emilia Romagna – e raccogliere dati ed elementi sulle infiltrazioni della criminalità organizzata nel ciclo dei rifiuti. Giovedì 18 febbraio la delegazione della Commissione effettuerà un sopralluogo agli inceneritori di Ferrara e Granarolo.