Fma – La solidarietà di Rifondazione: anche Ferrero al presidio

16 febbraio 2010

Pratola Serra – Continua il presidio permanente degli operai Fma davanti ai cancelli della loro fabbrica. Da ieri mattina infatti i lavoratori esausti della loro condizione lavorativa di perenne incertezza, hanno montato una tendostruttura sotto la quale hanno accolto già numerosi rappresentanti politici. E domani, oltre l’arrivo del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca previsto per le 16:30, la Federazione della Sinistra irpina annuncia l’arrivo di Paolo Ferrero segretario nazionale di Rifondazione Comunista. “Le istanze dei lavoratori Fma e di tutto l’indotto Fiat – ha dichiarato Tony Della Pia segretario provinciale Prc – sono nell’agenda delle priorità del nostro partito anche a livello nazionale. E’ evidente ormai anche dai segnali delle ultime ore e nonostante le rassicurazioni del Ministro Scajola, che la Fma non può dormire sonni tranquilli. Nessuna decisone è stata presa da Fiat per far riprendere in modo serio la produzione nello stabilimento irpino. E’ necessario il massimo sforzo di tutti,politica e sindacati, per ottenere che l’azienda automobilistica di Torino, beneficiaria per anni di aiuti e sovvenzioni dallo Stato, si faccia carico del futuro di questi lavoratori. Ma è ormai altrettanto evidente che solo la mobilitazione degli operai potrà condurre ad un esito positivo la vicenda, perché il Governo sembra non essere in grado o non voler affatto imporre alcunché alla Fiat, lasciandole mano libera per destrutturare definitivamente il comparto auto in Italia”.