Fma, Casini contatterà Montezemolo: “I motori Chrysler a Pratola”

19 marzo 2010

Avellino – Prima del suo intervento al Teatro Gesualdo, il leader dell’UdC, Pier Ferdinando Casini, si è fermato a colloquio con una rappresentanza sindacale della Fim-Cisl e della Fismic, in una sala privata della struttura di piazza Castello. All’incontro hanno partecipato Melchionna della Cisl, Zaolino della Fim, Longobardi della Fismic, le Rsu della Fma e una delegazione degli operai della Cablauto.
Casini si è formalmente impegnato con le parti sociali a contattare Luca Cordero di Montezemolo per rappresentare al presidente della Fiat le problematiche della vertenza Fma in Irpinia.

“Casini – ha spiegato Zaolino – ha capito che la vicenda Fma non è come Termini Imerese ma è uno stabilimento che risponde ai requisiti chiesti da Fiat. Abbiamo riferito a Casini che Pratola Serra necessita di un aumento della produzione dei motori, almeno fino a 500mila. E Casini serenamente ci ha promesso che spenderà il suo peso politico affinchè, interpellando anche Montezemolo, a Pratola Serra venga destinata parte della produzione dei motori della Chrysler”.

“L’attenzione manifestata dall’onorevole Casini assume una particolare importanza – ha commentato Giuseppe Solimine, assessore provinciale al lavoro – e mette un altro tassello sul percorso che noi abbiamo avviato per provare a risolvere il problema dei lavoratori FMA. Nei prossimi giorni invieremo al nostro segretario nazionale le informazioni richieste ed avanzeremo le proposte ritenute opportune. Intanto lo ringraziamo per la sensibilità dimostrata”.