Flumeri – Centrale: sul piede di guerra

12 marzo 2006

Flumeri – Ancora sul piede di guerra l’Amministrazione comunale e i cittadini contro l’installazione della centrale termoelettrica a Flumeri. Il primo cittadino Sinibaldo Di Paola ha ottenuto per domani sera la convocazione del Consiglio Straordinario della Comunità Montana Valle Ufita. Nel corso dell’assemblea, che si svolgerà nella Sala Convegni di Flumeri, il numero uno Di Paola chiederà l’appoggio dei colleghi sindaci all’ennesima manifestazione organizzata per il prossimo 25 marzo contro l’installazione dell’impianto. Verrà chiesto ai Comuni limitrofi di aderire alla nuova iniziativa con fascia tricolore e gonfaloni. Il numero uno di Palazzo di Città ribadisce la sua pozione in merito alla faccenda, punto all’ordine del giorno del Consiglio provinciale di Palazzo Caracciolo. “Conosciamo quanto siano importanti le fonti energetiche per il nostro Paese, ma non è ammissibile che venga installata una centrale in una zona dove lavorano circa 2000 persone”. Inoltre il primo cittadino sottolinea come nel territorio del piccolo paese irpino sia già presente una stazione di stoccaggio dei rifiuti divenuta ora una vera e propria discarica. Nella stazione, sorta come centro di compattaggio dell’immondizia da destinare al Cdr, sono stoccate oltre 1000 ecoballe. “I rischi – continua la fascia tricolore – per l’ambiente e per i lavoratori stessi sono già alti e la centrale termoelettrica non farebbe altro che aumentarli”.