Fismic, Zaolino: “Furbata tedesca per affossare l’IIA”

Fismic, Zaolino: “Furbata tedesca per affossare l’IIA”

19 maggio 2017

Riportiamo il comunicato della Fismic.

Le due grandi gare di Consip e Bus-Italia che dovevano rilanciare il trasporto pubblico, utilizzando il prodotto Italiano hanno riservato un’ amara sorpresa.

I tedeschi di Mercedes con autobus prodotti in Turchia , hanno fatto man bassa dei 3800 autobus in gara , mettendo a grave rischio il rilancio di Industria Italiana Autobus.

“Il Governo Italiano – esordisce il Segretario Generale della Fismic Giuseppe Zaolino – ha dimostrato tutta l’incapacità politica a proseguire sulla strada del rilancio del Made in Italy .

C’èrano impegni precisi da parte dei Ministri Calenda , Del Rio e del Professor De Vincenti a sostenere i produttori Italiani di autobus, e tutto questo non è accaduto .

Con la sola metà dei 3800 autobus, Industria Italiana Autobus avrebbe programmato la produzione a Bologna e Valle Ufita dei prossimi cinque anni, dando lavoro ai suoi 500 dipendenti e garantendo altri 1000 posti di lavoro nell’indotto .

E’ una vergogna , rincara la dose Zaolino, accettare una concorrenza sleale con autobus prodotti in un paese come la Turchia e senza le prove statiche e dinamiche dei prodotti acquistati e con la sola garanzia del marchio tedesco.

Il punto adesso è cosa si può fare per rimediare ad un errore cosi grave.

Prima dell’incontro al Mise del 25 maggio – conclude Zaolino – i ministri interessati Calenda , Del Rio e De Vincenti con un esponente di Palazzo Chigi convochino una riunione urgente con le Organizzazione Sindacali Nazionali e territoriali , per affrontare collegialmente il problema perché altrimenti, l’incontro al Mise sancirà il definitivo affossamento del progetto di Industria Italiana Autobus”.