F.I. De Mizio: “Noi, antesignani della ‘Casa Comune dei moderati’”

6 luglio 2005

Forza Italia e la nuova sfida politica. Sulla scia delle riflessioni-rivoluzioni scaturite dal Congresso nazionale dell’Udc e dall’Assemblea di Alleanza Nazionale, anche gli Azzurri d’Irpinia si confrontano con il futuro. Un processo, che a dire del Coordinatore provinciale Antonio De Mizio, nella provincia di Avellino è cominciato in netto anticipo. In poche parole l’intuizione di dar vita ad un nuovo soggetto politico che sia più vicino a posizioni centriste, è stata più volte al centro dell’analisi partitica condotta dal gruppo irpino. A testimonianza di ciò, la serie di incontri-dibattiti, relativi alla costituzione della sezione italiana del Partito Popolare Europeo, condotti dall’On. Gargani su tutto il territorio meridionale. Un vero e proprio screening politico che il leader di Forza Italia sta conducendo nel Sud Italia. “Un percorso lungimirante – precisa De Mizio – dal quale emerge la volontà di realizzare una ‘casa comune dei moderati’ della quale il nostro partito potrebbe essere la forza trainante. Siamo nel mezzo di un importante processo di trasformazione che nel nostro caso ha evidenziato una stabilità invidiabile e un fulcro centrale di tutto rispetto, sia quantitativamente parlando che qualitativamente”. Ma questa fase di rinnovamento non sembra aver annebbiato quello spirito di gruppo che, nonostante tutto, anima qualsiasi squadra che si definisce tale: “Nei giorni scorsi ho incontrato il vice coordinatore regionale, Nicola Cosentino e con lui, in vece di mediatore, intendiamo definire la data per la convocazione dell’altra componente del partito”. Intanto lunedì 11 luglio alle ore 16,30 presso l’Hotel de la Ville di Avellino, c’è attesa per l’incontro con l’On. Frattini, Vice presidente della Commissione Europea. (di Marianna Morante)