Festeggiare Capodanno al ristorante: vantaggi e svantaggi

Festeggiare Capodanno al ristorante: vantaggi e svantaggi

29 maggio 2018

The Fork ha attuato una indagine di sua spontanea iniziativa per capire le abitudini festaiole mondiali in occasione della ricorrenza dell’anno nuovo: il 60% degli intervistati, italiani compresi, festeggiano Capodanno al ristorante.

Natale e Capodanno, dove si festeggia

Le tradizioni italiche sono dure a morire, e per le feste comandate, come Natale e Capodanno, si osservano in maniera scrupolosa. Ad esempio, in Italia vige la tradizione del vestito rosso o il mangiare pesce alla Vigilia di Natale. Ma l’azienda The Fork, leader nella prenotazione online di ristoranti e catering in tutta Europa (anche perché è una branca del famosissimo Tripadvisor), decreta una realtà che può essere lontana dalle usanze del Belpaese, ovvero trascorrere queste importanti festività al ristorante. Secondo l’ultima indagine per le varie ricorrenze, l’81% degli intervistati aveva previsto di scambiarsi gli auguri e mangiare nei Ristoranti Capodanno Roma, mentre il 60% prevedeva di effettuare cene di Natale al ristorante con amici e colleghi.

Vantaggi del Capodanno al ristorante

Certamente, perché una tradizione che sta letteralmente prendendo piede in tutta Europa non è tanto trascorrere ore in cucina durante le festività natalizie, o decidere il menù di Capodanno e cucinarlo in una settimana, bensì lo scambio di auguri aziendale o tra amici. Complici anche le varie app come, appunto, The Fork, si possono trovare tavoli anche per 10 persone anche all’ultimo minuto e sotto festività importanti.  Ed esiste anche un calendario preciso da osservare. Dall’inizio del mese di dicembre ci sono le cene natalizie con amici e colleghi d’ufficio. Le feste aziendali sono ormai un’abitudine consolidata, anche se molti organizzatori, anche a causa di un budget limitato, cercano di effettuarle in una saletta addobbata appositamente allo scopo nella sede della ditta. Alcuni invece si armano di coraggio e decide di fare colletta per prenotare in un locale (diversamente dalla cena di commiato per le ferie estive, i ristoranti di pesce battono gli agriturismi, ma forse per questioni stagionali), mentre è sempre più raro che sia l’azienda stessa, quindi il titolare, che si accolli gli oneri. O meglio, succede in aziende molto piccole e con pochi dipendenti assunti, mentre chi possiede anche filiali in Italia o addirittura all’estero preferisce delegare ai vari comparti e amministratori delegati.

Cosa mangiare al ristorante a Capodanno

E’ consolatorio sapere che sulla tavola imbandita del ristorante si osserva la tradizione culinaria natalizia. Ovvero, se proprio si deve scegliere di festeggiare in un locale, cosa che gli italiani preferiscono di gran lunga a Capodanno, pretendono di trovare piatti regionali e il pesce come protagonista. La notte del 31 dicembre molti italiani si tirano a lucido per uscire e divertirsi, magari in un luogo in cui è offerta la cena, si può ballare e sentire molta musica. Nel resto d’Europa, i gusti culinari sono differenti, ma spicca la voglia di provare la cucina mediterranea. In Francia prediligono per l’occasione le specialità di mare, mentre il resto del Vecchio Continente ha voglia di sperimentare.  Diverso l’approccio sulla scelta e sulla prenotazione del ristorante per la festività prescelta: Spagna, Francia e Olanda anticipano di due settimane, in Italia si usa la settimana stessa della festa in questione, o al massimo quella precedente.  I criteri, oltre alla frequentazione abituale del locale, sono le recensioni cartacee e online, il prezzo del menù proposto, l’ambiente e il servizio, le promozioni, la vicinanza e un’eventuale animazione.