“Festa un volto pulito e un valore aggiunto, scendo in campo con onestà, impegno e trasparenza”. Davvero, la sfida di Spiniello

“Festa un volto pulito e un valore aggiunto, scendo in campo con onestà, impegno e trasparenza”. Davvero, la sfida di Spiniello

21 maggio 2019

Renato Spiniello – Politiche sociali e giovanili, valorizzazione del territorio e delle sue potenzialità, partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, ambiente e colmare la distanza siderale tra periferie e città. Si snoda su questi punti focali, ma non solo, il programma che vorrebbe portare avanti, in caso di elezione, nel prossimo quinquennio, Mario Spiniello, giovane avvocato di 36 anni specializzato nel settore civilistico dell’infortunistica stradale e del recupero crediti. La sua corsa, all’interno del gruppo “Davvero”, è a sostegno della candidatura a sindaco di Gianluca Festa. “Un valore aggiunto per la nostra comunità e per la nostra città”, come lo definisce lo stesso Spiniello.

Cosa l’ha spinta ad impegnarsi?

Personalmente mi voglio impegnare per far sì che si possa realizzare, nella massima trasparenza, lo sviluppo sociale della nostra comunità. Mi ritengo una persona schietta, onesta e sincera. Un giovane trasparente, volenteroso e ben inserito nel nostro tessuto sociale. Per questo chiedo sostegno, in modo da poter realizzare gli obiettivi che mi sono prefissato di concerto con il candidato sindaco e con il gruppo. Si tratta di iniziative che porterò avanti a prescindere dalla mia elezione. Se, invece, sarò eletto li tratterò in prima persona e non deluderò i cittadini che mi daranno fiducia.

Mario Spiniello

Ha scelto, come detto, di candidarsi all’interno del gruppo “Davvero” a sostegno della candidatura a sindaco di Gianluca Festa. E’ lui la persona giusta per rilanciare Avellino?

Si tratta di un volto pulito che al tempo stesso ha maturato un’ ottima esperienza amministrativa, di una persona senza scheletri nell’armadio. Tutto il gruppo “Davvero” è composto da gente così: da giovani professionisti e da persone che hanno maturato nel tempo esperienze in ambito amministrativo e consiliare. Siamo, come si dice, un bel mix di gioventù ed esperienza che permetteranno all’amministrazione di esprimersi nel migliore dei modi. In più Gianluca (Festa, ndr) ci trasmette un senso di squadra, senza mai far prevalere l’io sul noi. Questi per me sono aspetti fondamentali che non credo si possano trovare negli altri candidati alla carica di sindaco.

Quali sono le sue priorità per la città di Avellino?

Mi sono posto degli obiettivi ben precisi a partire dalla realizzazione, insieme al nostro candidato sindaco e al gruppo, di diversi microeventi di carattere ludico-socioculturale da svolgersi sia in centro che nelle periferie. Oggi, come è evidente a tutti, c’è una distanza siderale tra centro e quartieri e questo vuoto dovrà essere colmato, in quanto nessuno dovrà più sentirsi isolato dal contesto sociale. Ma non è tutto, il mio impegno andrà ben oltre le periferie…

Prego, continui…

Avellino si trova in una posizione strategica. E’ a 30 minuti da Benevento, a 30 da Salerno e 40 da Napoli: questo fa si che molte persone, giovani ma non solo, cercano momenti di svago o di intrattenimento nelle altre città che, negli anni, sono state ben amministrate o che offrono maggiori possibilità. Avellino deve tornare ad essere punto di riferimento non solo per gli avellinesi ma per tutta la provincia ed in modo particolare per i paesi dell’ hinterland. Altro obiettivo importante sarà quello di promuovere, visto anche il particolare momento economico, le politiche sociali e giovanili, in quanto i giovani dovranno essere il vero motore delle comunità. L’impegno è proprio quello di valorizzare le potenzialità presenti sul territorio, dando un contributo alla formazione delle nuove generazioni. Fondamentale sarà anche la partecipazione attiva dei cittadini alla vita amministrativa e pubblica; ciò dovrà essere attuato, a mio avviso, attraverso la creazione di momenti di confronto continui, da tenersi nei Centri Sociali o nelle zone periferiche. I cittadini chiedono risposte concrete ai tanti problemi e chiedono di essere partecipi e consapevoli delle scelte amministrative. Altro punto che mi sta molto a cuore, infine, è quello della protezione dell’ambiente, quale valore costituzionalmente protetto e garantito. Questo potrà avvenire attraverso atti, provvedimenti e iniziative ad ampio raggio, finalizzate a prevenire la contaminazione dell’aria, dell’acqua e del suolo, salvaguardando le future generazioni.

Grazie mille.

A lei.