Festa e Piazza Kennedy: “I pullman devono andare nel parcheggio dello stadio. I mercatari pensino a pagare i canoni”

Festa e Piazza Kennedy: “I pullman devono andare nel parcheggio dello stadio. I mercatari pensino a pagare i canoni”

10 settembre 2019

Alfredo Picariello – Pugno duro del sindaco di Avellino, Gianluca Festa, nei confronti dei mercatari che occupano – il martedì ed il sabato – gli spazi comunali nel parcheggio dello stadio Partenio-Lombardi. Il primo cittadino pone il tema delle morosità tra i temi prioritari che l’amministrazione deve affrontare. “Se fossi un rappresentante degli operatori del settore – dice – mi preoccuperei di più del tema di chi non paga e non rispetta i propri doveri. Prima dei diritti, vengono gli obblighi. Saranno le carte a parlare, l’amministrazione comunale ha il dovere di far rispettare a tutti le leggi”.

La questione è di stretta attualità perché si lega a filo doppio con la decisione del sindaco di spostare il terminal dei bus da Piazza Kennedy proprio nello spazio antistante lo stadio. “L’esigenza di delocalizzare il terminal – dice il sindaco – nasce da lontano. Ricordo a tutti che c’è stata anche un’inchiesta della Procura. Dunque, non mi invento assolutamente nulla. Abbiamo dinanzi a noi un problema ventennale che nessuno ha affrontato in modo deciso. Se n’è sempre parlato di spostare gli autobus, ma mai nessuno ha fatto qualcosa di concreto. Invece questa amministrazione intende fare questa scelta, anche se non sarà poi la scelta definitiva. I cittadini ci hanno votato per governare, per amministrare Avellino e per decidere, non per rinviare le questioni”.

Ieri gli imprenditori di Avellino avevano posto il tema di un probabile vincolo sull’area mercatale, derivante da uno stanziamento di fondi europei. “I fondi furono stanziati tra il 2011 ed il 2012. Ad ogni modo, vincolo o non vincolo, qualsia tema decade difronte alle esigenze di salute pubblica. Quindi non ci sono vincoli che tengano, al momento l’area del parcheggio dello stadio è la più propensa ad ospitare i pullman. Ripeto, le associazioni farebbero bene ad affrontare il tema delle morosità”.