Ferraro: “Lega il vero cambiamento, candidarmi con Forza Italia mi ha tolto voti”

Ferraro: “Lega il vero cambiamento, candidarmi con Forza Italia mi ha tolto voti”

17 gennaio 2019

Renato Spiniello – “Passare da Forza Italia alla Lega potrebbe sembrare una scelta naturale da quando Sabino Morano, amico storico con cui condivido il progetto di Primavera Irpinia, è stato nominato segretario provinciale del partito del Carroccio. In realtà credo fermamente nella Lega, partito corale e inclusivo che rappresenta il vero cambiamento e che è destinato a crescere in maniera esponenziale anche al Sud e in Irpinia”.

Paolo Ferraro, già candidato alle amministrative del capoluogo tra le fila di Forza Italia, nonché coordinatore cittadino di Primavera Irpinia, motiva così la scelta di dire addio al partito azzurro per seguire Sabino Morano insieme agli altri ex forzisti Fabiola Martignetti, Alessandro Della Bruna, Teresa De Gennaro e Emanuele Romano. Una vera e propria diaspora dalla compagine da sempre maggioritaria nel panorama del Centrodestra irpino e meridionale.

“Continuo a credere che il Centrodestra unito sia il formato vincente sia a livello nazionale che locale – sottolinea ancora Ferraro – E’ chiaro però che Forza Italia in Irpinia, aderendo al progetto di Antonio Tajani, stia seguendo la linea nazionale, facendosi dettare le scelte da chi guida il partito e dai suoi personalismi. Alle amministrative ad Avellino ci ripresenteremo uniti? E’ presto per dirlo, come partito corale e inclusivo vaglieremo tutte le scelte ma devo anche dire che alle scorse elezioni ho pagato il fatto di essere candidato con Forza Italia. In molti non mi hanno votato per questo”.

Centrodestra unito o no, il nome di Paolo Ferraro sarà nuovamente in lizza per un posto nel prossimo Consiglio Comunale. “Amo il mio quartiere (Valle, ndr) e voglio rappresentarlo, ma mi candido soprattutto per la mia città in cui ho deciso di restare per portare avanti i miei progetti familiari e non”.