Ferragosto con Ghemon, Luongo conferma a metà: “Puntiamo sul made in Irpinia”

Ferragosto con Ghemon, Luongo conferma a metà: “Puntiamo sul made in Irpinia”

20 luglio 2019

Renato SpinielloGhemon la stella del Ferragosto irpino? L’assessore a Politiche Giovanili, Eventi e Patrimonio, Stefano Luongo, non conferma né smentisce. “E’ sicuramente il profilo che rispecchia l’identità dell’Avellino Summer Fest (nome di uno dei due cartelloni che animeranno nei mesi estivi la città, ndr)” svela a margine della conferenza stampa sul progetto Jump, tenutasi in mattinata all’Open Space di Casina del Principe.

Quella che ci accingiamo a vivere, e che dal 1 agosto sarà animata da 40 giorni di eventi soprattutto di stampo musicale ma non solo, sarà un’estate caratterizzata dal made in Irpinia e dal made in Campania. “Ghemon è irpino e quindi sul made in Irpinia ci troviamo – aggiunge Luongo – l’obiettivo è posizionare Avellino come riferimento della Campania. Non è casuale che tutti i nomi usciti, a partire dal rapper, siano artisti campani. Questo legittima la scelta dei due direttori artistici, Roberto D’Agnese e Gianni Simioli, che operano rispettivamente sul territorio irpino e regionale”.

Saranno quindi 40 giorni di iniziative trasversali che coinvolgeranno tutti i gusti e le fasce d’età. “Una programmazione sulla quale abbiamo lavorato tanto – continua l’assessore – lunedì o al massimo a inizio settimana sarà approvato in Giunta il programma per poi partire dal 1 agosto subito dopo la tradizionale Alzata del Pannetto”.