Fermati sei slavi: cinque i clandestini espulsi ed uno arrestato

12 dicembre 2005

Avellino – Gli uomini del Capitano Nicola Mirante hanno assicurato alla Giustizia sei cittadini stranieri, tutti di nazionalità slava e con precedenti penali. La banda è stata notata dai Carabinieri della Compagnia di Avellino in Via Otranto, a pochi metri di distanza dall’ingresso dell’ospedale “Moscati”. Alla vista degli uomini in divisa hanno cercato di dileguarsi e, dopo essersi divisi in due gruppi gli slavi sono entrati all’interno di un bar di Viale Italia. I Carabinieri non hanno desistito, anzi. Sono entrati nell’esercizio commerciale ed hanno fermato i sei extracomunitari: accompagnati in Caserma, dopo l’espletamento delle procedure di rito, è stato acclarato che uno degli slavi era ricercato in quanto sul suo capo pendeva una condanna definitiva, emessa dal Tribunale di Napoli, per possesso e detenzione illegale di materiale esplodente. Di qui l’arresto e la traduzione nella Casa Circondariale di Bellizzi Irpino. Gli altri cinque extracomunitari, tutti risultati essere sprovvisti di regolare permesso di soggiorno, sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura dove sono stati raggiunti da decreto di espulsione.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.