Fdi-An Avellino: azzeramento cariche, troppe anomalie

Fdi-An Avellino: azzeramento cariche, troppe anomalie

10 ottobre 2015

Per garantire un miglior rilancio di Fratelli d’Italia – AN, partendo dalla base, sono state azzerate tutte le cariche in essere in Provincia di Avellino. “E’ un atto doveroso e necessario per rendere tutti quanti protagonisti del nuovo corso. E’ necessario azzerare il tutto per lasciarci alle spalle una disastrosa e incomparabile gestione sul lato del radicamento del Partito nella Provincia di Avellino e viste le varie e singolari anomalie politiche palesemente riscontrate sul territorio”. E’ l’inizio della nota dell’Avvocato Orazio Sorece, neo Commissario di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale della Provincia di Avellino. “Nella prossima settimana individuerò due Vice, che mi affiancheranno nel lavoro di rinnovamento del partito e entro la prima decade del mese di novembre provvederò alla nomina dei vari Commissari in tutti i Comuni della Provincia di Avellino.
Siamo tutti consapevoli che stiamo vivendo un momento così difficile per la vita politica italiana. La gente si allontana sempre più dai partiti ed abbiamo l’obbligo di un cambio di passo.
E’ necessario che la “nuova classe dirigente”, deve favorire quella rivoluzione liberale voluta dai nostri elettori e da gran parte dei cittadini, desiderosi di rendersi partecipi di un processo di rinnovamento e di radicamento. Per realizzare questo percorso è indispensabile ascoltare il richiamo all’unità dei nostri elettori, seguendo la linea del nostro leader Giorgia Meloni, mettendo da parte le spinte secessioniste auspicate dai nostri avversari.
Prossimamente, ad Avellino con la presenza dell’On. Edmondo Cirielli e del Coordinatore Regionale per la Campania, Antonio Iannone si terrà un incontro con gli Organi di stampa, per la presentazione dei due Vice Coordinatori e dei nuovi 118 Commissari, e per prospettare i nuovi aspetti organizzativi, per far si di portare FDI-AN, nel ruolo che gli compete nella Provincia di Avellino, oramai da troppo tempo inadeguato.