Expo 2015, il caciocavallo podolico: eccellenza d’Irpinia

Expo 2015, il caciocavallo podolico: eccellenza d’Irpinia

16 giugno 2015

La tradizione delle mucche podoliche transuma dalle montagne dell’Irpinia all’Expo di Milano. Una vetrina internazionale per un bioterritorio che ha custodito una perla dell’alimentazione per portarla all’attenzione mondiale.
Il 17 giugno in Piazza Irpinia, la cooperativa Molara di Zungoli presenterà una giornata dedicata al caciocavallo podolico, formaggio ottenuto con latte di mucche che vivono tra i boschi dell’Irpinia, oltre i mille metri, in estate per poi spostarsi in quelli della Basilicata, a quote moltop iù basse, nei mesi più freddi.
Alle 16 Piazza Irpinia si trasformerà in una sala conferenze, con il professor Donato Matassino (coordinatore National Focal Point Italiano della FAO – nell’ambito della Global Strategy for the Management of Farm Animal Genetic Resources), già professore ordinario presso Università Federico II di Napoli e Presidente emerito dell’Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali, che racconterà i benefici dei formaggi ottenuti con latte di mucche libere.
Introdotto dal presidente della cooperativa Molara, Genesio De Feo, il professor Matassino sarà sollecitato dalle domande dei giornalisti Salvatore Salvatore ed Antonio Corbo.
Durante la giornata sono previsti anche momenti di assaggio del caciocavallo, il formaggio di pasta filata stagionato da due mesi a cinque anni in grotte tufacee.