Expo 2015 – Dall’Irpinia idee architettoniche, innovative e solidali

Expo 2015 – Dall’Irpinia idee architettoniche, innovative e solidali

8 giugno 2015

Dal cuore dell’Irpinia un progetto per migliorare la qualità della vita in aree del pianeta in cui la risorsa acqua scarseggia.
Il progetto, che sarà presentato domani (9 giugno) all’interno di Piazza Irpinia, lo spazio espositivo curato dalla Camera di Commercio di Avellino ad Expo 2015, è stato messo a punto dalla divisione Ricerca e Sviluppo del Dipartimento Tecnico di Condor spa, azienda leader nella produzione di tecnologie di costruzione, con sede nell’area industriale Asi di Conza della Campania.
L’idea parte da un assunto: nell’atmosfera è quasi sempre presente acqua, sotto diverse forme, l’unica difficoltà è appropriarsene.
Utilizzando reti intessute di opportuno materiale e fattura, è possibile far condensare l’acqua presente nell’atmosfera, sotto forma di umidità o nebbia, e raccoglierla per usarla successivamente.
Lo studio di architettura Architecture and Vision ha ideato la progettazione e realizzazione di torri per la raccolta di acqua atmosferica dette Warka Water per soddisfare, almeno in parte, il fabbisogno di popolazioni in aree desertiche o rurali che non hanno facile accesso a risorse idriche, la cui prima realizzazione è stata inaugurata nel corso del mese di maggio in Etiopia.
Condor spa ha ideato un manufatto simile, a scala maggiore, utilizzando come struttura portante il sistema di impalcatura Multicom, personalizzato per rispondere al meglio al compito
Il Condor Warka Water, a differenza del progetto iniziale, dispone di una struttura di sostegno estremamente robusta, che consente di raggiungere dimensioni notevolmente maggiori.
Questa tecnologia migliora la resa, garantisce altissima durabilità nel tempo e mostra la flessibilità applicativa della tecnologia Condor che supporta soluzioni ingegneristiche trasversali al settore edile, in chiave green e che sostengano lo sviluppo del tessuto sociale e culturale dei Paesi in via di sviluppo, in cui Condor opera secondo i canali tradizionali.
A presentare il progetto saranno l’architetto Arturo Vittori dello studio Architecture and Vision, ideatori del Warka Water, e l’architetto Davide Giglio, della sezione Ricerca e Sviluppo del Dipartimento Tecnico di Condor spa. Con loro sarà presente anche il professore Tadesse Girmay della facoltà di Architettura EIABC, che parlerà di Etiopia, delle varie culture e delle problematiche sociali e sanitarie legate all’acqua nel suo Paese.
Mercoledì 10 giugno l’azienda Condor spa sarà ancora protagonista in Piazza Irpinia con il progetto NEW FRAMEWORKS: un laboratorio online di innovazione aperto a studenti e giovani professionisti.
I partecipanti sono chiamati a sviluppare applicazioni architettoniche innovative per un prodotto Condor: il ponteggio multidirezionale Multicom.
NEW FRAMEWORKS prende le mosse da un progetto sviluppato da Condor con le proprie strutture: Condor-Warka water, una struttura realizzata con il ponteggio Multicom in grado di produrre acqua per comunità che abitano regioni aride, come l’Africa subsahariana.
NEW FRAMEWORKS è indirizzato alla community del MOOC Architecture 1o1. I MOOC sono corsi online che coinvolgono community di studenti molto numerose. Acronimo di Massive Online Open Course, un MOOC è una classe online in cui gruppi di studenti lavorano e apprendono su temi prestabiliti. Architecture 1o1 è un MOOC focalizzato sull’insegnamento delle basi della progettazione architettonica.
A partire da un brief di progetto, la community online ha lavorato sviluppando progetti per Condor tra il 2 e l’8 Giugno 2015 in maniera interattiva e collaborativa.
Nel corso della mattinata all’Expo, alla quale prenderà parte un pubblico di studenti delle principali scuole di design di Milano, l’azienda presenterà i risultati del progetto.