Ex Irisbus, ultimatum del Mise: “Basta ricatti, IIA paghi gli stipendi”

Ex Irisbus, ultimatum del Mise: “Basta ricatti, IIA paghi gli stipendi”

8 settembre 2018

“Pagare subito gli stipendi”. L’ultimatum a IIA arriva direttamente dal Mise. Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è riportato l’esito del confronto tra azienda e sindacato sul futuro di IIA..

“Visto il perdurare delle criticità finanziarie che attentano le attività di Industria Italiana Autobus, il Ministero dello Sviluppo Economico ed il Gruppo Invitalia stanno elaborando una molteplicità di interventi, che possano servire, già dalla prossima settimana, a garantire, anzitutto sul versante finanziario, la continuità aziendale, ed il rispetto, da parte della stessa IIA, degli obblighi nei confronti della totalità dei dipendenti”.

“Ciò anche al fine di poter, in un periodo assai breve, concludere l’implementazione della già annunciata soluzione societaria e patrimoniale, che garantirà all’azienda la dotazione di tutte le condizioni necessarie ad implementare un piano industriale e di sviluppo, senza le difficoltà incontrate sinora”.

“Il Ministero non accetta ricatti da chi ha già usufruito di strumenti finanziari messi a disposizione col fine di portare soluzioni, ed invece ha usato queste aperture per fare tutt’altro. Industria Italiana Autobus ha le risorse disponibili per provvedere immediatamente al pagamento degli stipendi dei lavoratori”.

“Siamo vicini a loro in questo momento delicato, in una fase del genere è molto grave il fatto che l’azienda utilizzi forme di ricatto pensando di poter ottenere qualcosa”.


Commenti

  1. […] riferimento al comunicato stampa apparso sul sito ministeriale del Mise, Industria Italiana Autobus S.p.a. prende atto delle intenzioni annunciate dallo stesso Ministero, […]