Ex Irisbus, riprende il confronto al Mise. Presidio dei lavoratori a Roma

Ex Irisbus, riprende il confronto al Mise. Presidio dei lavoratori a Roma

9 settembre 2018

Marco Grasso – “Siamo fortemente impegnati a tutelare il futuro produttivo di Industria Italiana Autobus. Sollecitiamo il Governo a fare la sua parte ed ad aprire un  tavolo di verifica con l’obiettivo della tutela concreta dell’azienda e dello stabilimento di Flumeri, giungendo alla definizione di prospettive produttive certe”.

Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca affida ai social il suo pensiero su Industria Italiana Autobus. Domani mattina, lunedì 10 settembre, è in programma il Cda della società guidata da Stefano Del Rosso. Un passaggio chiave nella drammatica vertenza che, dopo l’ennesima fumata nera di Roma, rischia di avere un epilogo negativo per oltre 500 famiglie.

Poco prima si riaprirà il confronto al Mise tra IIA, Invitalia e sindacato. Il timore è che il Cda decida di portare i libri in tribunale ed aprire una nuova fase destinata a compromettere pesantemente il futuro di IIA e del polo nazionale degli autobus. La soluzione, invocata da mesi da sindacato e lavoratori  e sostenuta dallo stesso ministero, è la ricapitalizzazione della società e l’ingresso di nuovi soci pubblici e privati.

Anche per questo, domani mattina, lavoratori e sindacato saranno sotto la sede del Mise. Dall’Irpinia partiranno diversi pullman alla volta della capitale per una giornata decisiva sull’asse Flumeri-Bologna. In gioco c’è il futuro di oltre 500 lavoratori.