Ex Irisbus piano di rilancio in panne. Tensione alta IIA-Di Maio

Ex Irisbus piano di rilancio in panne. Tensione alta IIA-Di Maio

28 agosto 2018

Non decolla il piano di rilancio dell’ex Irisbus di Flumeri. Il progetto del polo unico nazionale per la produzione di autobus resta un’incognita.

I nuovi assetti societari, annunciati nel corso delle ultime verifiche al Cipe, non hanno trovato riscontro operativo. Il nome del nuovo partner privato intenzionato ad affiancare Invitalia e Finmeccanica nella nuova sfida resta avvolto nel mistero.

La candidatura di Gruppioni non ha trovato conferme e, a questo punto, si attende la prossima verifica ministeriale.

Un appuntamento al quale si arriverà con la tensione sempre più alta dopo la decisione del Consiglio di Amministrazione di Industria Italiana Autobus di conferire mandato ai propri legali “per valutare le complessive ricadute delle dichiarazioni da ultimo rese dall’ On.le Generoso Maraia e dall’On.le Sig. Ministro Luigi di Maio, anche in merito all’utilizzo del finanziamento concesso da Invitalia S.p.A. con la sottoscrizione del contratto di sviluppo per il sito di Flumeri. Quanto precede, al fine di tutelare gli interessi della Società, dei propri azionisti, dei dipendenti e degli stakeholders presso ogni competente sede”.