Ex Irisbus, i lavoratori tornano alla carica: “Subito a Roma o sarà mobilitazione”

Ex Irisbus, i lavoratori tornano alla carica: “Subito a Roma o sarà mobilitazione”

25 settembre 2018

Marco Grasso – Tensione di nuovo alta a Flumeri dopo le ultime dichiarazioni di Industria Italiana Autobus (leggere qui) sulla mancata presentazione della manifestazione d’interesse da parte di Ferrovie dello Stato.

E’ molto probabile che la manifestazione d’interesse sia ancora al vaglio del Ministero dello Sviluppo Economico e che, quindi, non sia ancora stata condivisa con Industria Italiana Autobus. “Certo, è un’ipotesi molto probabile, ma noi non possiamo stare eternamente in bilico”, commenta amaramente la Rsu della Fiom Silvia Curcio.

A questo punto, per sindacato e lavoratori, diventa fondamentale un nuovo incontro a Roma, presso il Mise. Il 9 ottobre prossimo l’assemblea dei soci di IIA si riunirà nuovamente per discutere sull’ipotesi di liquidazione. “Le ultime notizie non sono rassicuranti. La novità annunciata dal ministro Di Maio per Del Rosso non si è ancora concretizzata, anche se, visto l’eco della notizia, sarei portata a pensare che se non ci fosse stato un reale interessamento Ferrovie dello Stato sarebbe in qualche modo intervenuta”, precisa Curcio.

Insomma il rischio liquidazione è tutt’altro che scongiurato. “Solo un altro incontro al Mise potrebbe contribuire a fare definitivamente chiarezza sulle reali di Ferrovie dello Stato ed, in particolare, della controllata Bus Italia. E’ chiaro che in caso di mancata convocazione di un tavolo a Roma, valuteremo l’opportunità di mettere in campo nuove iniziative di protesta”.